Autore Topic: 31/10/17-90ISMAGIC-BELVEDERE(TRICESIMO-UD)-DAL VIVO LADY VIOLET RAMIREZ X-TREME!  (Letto 1288 volte)

Offline Emperor Absolutus

  • Amministratore
  • Hero Member
  • *
  • Post: 3579
  • The Italian SuperEuroDancer
    • E-mail


FINALMENTE LA TERZA EDIZIONE DOPO LA PAUSA DI 7 ANNI DELLA PIU' IMMENSA SERATA ANNI '90

LA SERA DEL GIORNO MARTEDI' 31 OTTOBRE 2017

NON UNA QUALSIASI SERATA, MA LA SERATA PER ANTONOMASIA, PER ECCELLENZA. L'ECCELLENZA IN FORMATO SERATA

LA SOLA CHE DALL'INIZIO ALLA FINE NON TI LASCIA TREGUA DI BALLO

LA SOLA CHE DALL'INIZIO ALLA FINE TI BOMBARDA CON I DISCHI PIU' EMOZIONANTI DEGLI ANNI '90

90 IS MAGIC

A TRICESIMO (PROVINCIA DI UDINE) - RISTORANTE BELVEDERE

TRE SUPER ARTISTI PRESENTI SUL PALCO - RAMIREZ - X-TREME - LADY VIOLET !!!!!!

« Ultima modifica: Febbraio 04, 2018, 11:19:02 am da Emperor Absolutus »


-- :: THE ITALIAN SUPEREURODANCER :: --

Offline Emperor Absolutus

  • Amministratore
  • Hero Member
  • *
  • Post: 3579
  • The Italian SuperEuroDancer
    • E-mail

Prima della partenza, solo all'avventura


Max Zuleger e i preparativi in corso prima della serata


I primi momenti in cui si erge lo striscione danceanni90


Una sala vuota, ancora per poco


Anche i baristi si preparano all'evento


Alla buonissima cena


Il caratteristico ornamento al centro del ristorante


Emperor Absolutus con la stupenda modella Maria


Emperor Absolutus con le due modelle ufficiali della festa


Emperor Absolutus con l'affettuosissima Lara.


Nella nebbia, Alex e Max esaltano il pubblico


Max nella nebbia


Alex B onora Lady Violet


Il pubblico della 90 IS MAGIC


Emperor Absolutus con la voce di Lady Violet Melody!!


Emperor Absolutus con due bellissime bionde in quel momento presenti in pista


X-treme saluta il pubblico


Emperor Absolutus con X-treme!!


A sinistra della consolle


Emperor Absolutus con Andy Life da Savona!!


Luci blu, striscione e gran pubblico


Ramirez libera la sua potenza con le vallette


Ramirez sul palco


Momenti chiave dell'esibizione di Ramirez


Emperor Absolutus con Ramirez!!


Max Zuleger in uno dei pochi momenti in cui si allontana dalla consolle


Bellissima foto ricordo di chiusura con Max, Emperor Absolutus e Alex 4,30 A.M.


FOTO GENTILMENTE CONCESSE DALLO STAFF E FOTOGRAFO DI "90 IS MAGIC"
























































































































































DOWNLOAD

FOTO
Scarica da qui il pacchetto completo delle foto in ottima qualità !!!!

ESIBIZIONI
Scarica da qui il live di Melody Castellari, voce di molti progetti tra cui Lady Violet!! (parte 1)
Scarica da qui il live di Melody Castellari, voce di molti progetti tra cui Lady Violet!! (parte 2)
Scarica da qui il live di Melody Castellari, voce di molti progetti tra cui Lady Violet!! (parte 3)
Scarica da qui il live di X-treme!!

*      *      *

Sapete, io credo che ci sono certi eventi, che per la loro magnificenza, bellezza, per il bene che ci fanno dentro, andrebbero ripetuti più spesso. Ma è anche vero che l’evento numero 1 per la Dance anni ’90 merita un’attesa di 6 mesi ogni volta. Sono 6 mesi in cui sono vivi i ricordi dell’ultima volta, e aspettiamo con fervore la prossima 90 IS MAGIC.
Io sono profondamente convinto che tutte quelle persone qui nel Nord Italia che dicono “l’evento è bello ma è troppo lontano”, non hanno mai vissuto e non si rendono conto di cosa significhi veramente la 90 IS MAGIC. Perché, se avessero provato anche solo una volta l’emozione e l’adrenalina che comunica, sarebbero disposti di buon grado a fare anche dei sacrifici pur di essere presenti.
E’ naturale che per la gente che come me viene da Torino o da Milano, il viaggio è impegnativo e va organizzato con intelligenza e anticipo. Per fortuna ogni volta ci pensano i due super organizzatori Alex e Max a comunicarmi il luogo dell’evento con settimane di anticipo, ma come lo comunicano a me lo comunicano anche agli altri, quindi tutti hanno il tempo necessario per organizzarsi.
Le date bene o male sono sempre quelle, 31 ottobre e 30 aprile, a meno di imprevisti o fatti eccezionali quelle saranno. Due grandissimi eventi annuali, a distanza di 6 mesi esatti l’uno dall’altro per permettere l’organizzazione ottimale.
Da quando, dopo la pausa, è ripreso questo evento spettacolare, la location è rimasta sempre la stessa: il Belvedere di Tricesimo, un luogo che io oso definire incantato, perché racchiude un fascino veramente unico per diversi motivi. Dall’esterno si può godere della vista delle collinette e della pianura che circondano la struttura. Ma è internamente che questo posto esprime al meglio le proprie risorse e potenzialità, perché c’è tutto quello di cui un partecipante alla festa ha bisogno: il ristorante, la sala da ballo, le camere di albergo. Il tutto in una cornice suggestiva di murature bianche, con tanto di camino. Un luogo dove antico e moderno si fondono armoniosamente. Un luogo dove sapori tipici friulani ornano i pasti buonissimi che vengono serviti nella cena. Un posto dove l’ordine e la pulizia costituiscono sempre una delle principali regole.
La terza 90 IS MAGIC in questo posto magico, e io posso dire ufficialmente di essermene innamorato, sia della festa, ma quella la amavo da quando è nata, sia del posto, perché secondo me è veramente il posto più bello che ha ospitato l’evento.
Di solito l’annuncio ufficiale con gli ospiti viene comunicato a partire da un mese prima dell’evento. La mia mente comincia a lanciare le sonde anche prima, cercando in tutti i modi di ottenere qualche indiscrezione sugli ospiti presenti, perché siamo arrivati a un punto che l’attesa raggiunge livelli altissimi. Come è giusto che sia, il mio informatore è sempre lui, Alex B, oltre ad essere uno dei due organizzatori, è anche un amico, e sa benissimo quanto ci tengo, per cui appena gli è possibile mi rivela tutto.
Ed è così che, a seguito dell’annuncio, per tutto il mese di Ottobre ho pensato a trovare i miei compagni di avventura. Anche se io vorrei sempre gli stessi, ovvero il mio migliore amico The Big G, e il fedele collega di lavoro Stefano Triack78 che non ha mai saltato una 90 IS MAGIC dalla ripresa dell’evento.. almeno fino ad ora. Ho veramente fatto di tutto perché fossero presenti anche in questa edizione, tutti e due, ho cercato di venire incontro il più possibile. Purtroppo però alla fine, Stefano per motivi di influenza e anche di lavoro, e Gilberto per motivi di studio, nessuno dei due è potuto venire. Però un pensiero a voi mi sento lo stesso di dedicarlo, anche se fisicamente non eravate presenti, perché so che ci tenevate, e anche per l’affetto di amicizia che ci lega. Stefano sarebbe sicuramente venuto, se non fosse stato per il malanno di cambio stagione e per il lavoro che non ha concesso la necessaria tregua. A Gilberto invece, un affettuoso pensiero perché alle prese con esami proprio in quelle date, sarebbero state ore preziose sottratte alla concentrazione.
Tra i non fisicamente presenti, poi, come non dedicare un pensiero alla cara e dolcissima Giovanna, residente nell’Hinterland milanese, anche questa volta, tu lo sai, ho veramente fatto di tutto per metterti nelle condizioni di partecipare a questa gita. Neanche questa volta ci siamo riusciti, ma mi devi promettere che non ci arrenderemo a partire già dalla prossima data.
Un ultimo pensiero per i non presenti lo volevo dedicare ad Andrea, in arte Foxinho, attualmente in America. Ogni volta a queste serate la tua mancanza si sente. Non oso immaginare cosa non avresti combinato sulla pista, se fossi stato presente. E spero di cuore che presto verrà anche per te l’occasione di tornare.
E’ anche vero tuttavia, che non posso in questa sede dedicare un pensiero a tutte le persone assenti, altrimenti dovrei scrivere una recensione solo per loro.
Adesso voglio solo concentrarmi sui presenti.. sulle persone che questa serata l’hanno vissuta e ci hanno arricchito con la loro presenza.
Quando parevo destinato a viaggiare in solitaria anche al ritorno, ecco che si prospetta e si realizza la presenza di un super amico, ma proprio amico amico dalla notte dei tempi: Andy Life, già presente nella passata edizione, gli è rimasto un ricordo dentro così vivo che ha deciso di venire anche questa volta, con mia grande gioia. Purtroppo gli orari non ci consentono di andare insieme, ma per fortuna abbiamo la possibilità di tornare il giorno dopo insieme, almeno per una tratta, e dividere un po’ le spese.
Come ai vecchi tempi, come non succedeva da un po’ ormai, la mattina del 31 ottobre la partenza da Torino per me è in solitaria.. Ma nel senso che tutto il viaggio di andata sarà in solitaria, non solo il tratto fino a Milano !! Così dopo aver sbrigato le ultime faccende burocratiche per la mia Azienda, dopo aver allestito valigia e accanto aver riposto lo striscione danceanni90 ancora rotolato, simbolo della nostra passione, finalmente è giunta l’ora della partenza puntuale alle 10,30 del mattino. Forse un po’ presto, direte voi, ma in realtà l’intento è quello di arrivare a Dalmine per pranzare con Gilberto che lì frequenta l’Università, prima di ripartire all’avventura. Devo dire che durante il viaggio ci sono stati un po’ di problemi con la macchina a causa degli iniettori da pulire, ma puntuale come un orologio svizzero, accompagnato dalla grande musica Dance sullo stereo, alle 12,30 arrivo al ristorante in cui avrei mangiato insieme a The Big G. Dopo il pranzo inoltre abbiamo anche modo di ascoltare qualche Super Dance Hit insieme sulla macchina, lui la ascolta per caricarsi per affrontare studi ed esami, io invece ascolto per caricarmi per l’evento ancora di più, se possibile, di quanto già non lo sia.
Poco dopo Bergamo, quando il viaggio è ripartito da poco, ho la possibilità di sistemare anche quel fastidioso problema agli iniettori della macchina. Grazie a un benzinaio dal cuore d’oro, che mi ha aiutato, spiegato, si è offerto di fare le prove, alla fine me ne vado dal rifornimento con la macchina che viaggia a palla, e ancora più carico. Del resto era importante sistemare la cosa perché la macchina ormai ha più di 200 mila chilometri (molti dei quali percorsi per le serate anni ’90), e c’è un lungo viaggio in programma, non si può pensare di andare sempre a benzina, con il GPL il risparmio è notevole.
Il viaggio non conosce soste da Bergamo fino molto oltre Venezia, sempre con la musica a palla, a gustarmi tutti i Dance mix di nostra produzione. Quando ormai manca un’oretta, non di più, all’arrivo, piccolissima sosta per fare merenda e leggere i messaggi calorosi degli amici, anche di quelli assenti, che non fanno altro che incitarmi a passare la notte novantica il meglio possibile.
Arrivo verso le 19 in questo posto fantastico, che è il Belvedere di Tricesimo. Anche se questa è la terza volta che siamo qua, provo un’emozione se possibile ancora più forte della prima volta, proprio perché ora so com’è e cosa mi aspetta. Qualcosa di incredibile scorre nelle mie vene, quando scendo dalla macchina con borsone e striscione, e vedo le insegne appese in tutte le entrate del locale, sia quelle per l’ingresso alla serata, sia quelle per l’ingresso al ristorante. Dappertutto è tappezzato giustamente di insegne di 90 IS MAGIC, è un successone annunciato. A questa ora l’atmosfera è ancora molto tranquilla, naturalmente. Al mio ingresso al ristorante, invece, ci sono già TUTTE le personalità più ESIMIE ed importanti di questa serata, quelli che sono i veri protagonisti, ma io, non avendo ancora conosciuto tutti dal vivo, non me ne rendo neanche conto. In particolare, oltre alle bariste bellissime, vedo una ragazza con le treccine che sta per prendere l’ascensore, e solo dopo scoprirò essere.. LA VOCE DI LADY VIOLET !! Pensate, in questo momento non l’ho neanche salutata, perché non mi rendevo conto chi era.. perché un conto è vedere le persone in foto, un conto è dal vivo, e se non hai avuto modo di vederle prima dal vivo, può capitare una svista clamorosa come questa. Neanche il cantante degli X-Treme riconosco.. ma è già presente, lo vedi girare tra il bar e la sala.. BASTA, io non posso più girare nell’ignoranza, devo assolutamente cercare subito i miei informatori, i miei punti di riferimento, coloro che hanno messo in piedi tutto questo. Devo subito cercare ALEX B e MAX ZULEGER. E so dove ho la certezza di trovarli. Mi dirigo subito quindi in sala, apro la porta ed.. eccoli tutti e due!!! Max è intento dalla consolle a fare le prove, e Alex lo assiste a distanza nella sala per verificare la fonica. Una gioia immensaa e posso anche capire che questi sono i momenti chiave in cui vanno settati tutti i parametri del suono negli strumenti, per cui massima concentrazione. Saluto e abbraccio. Ora possiamo dirlo ufficialmente: ANCHE STAVOLTA CI SIAMO. Non smetterò mai e poi mai di lodare e di encomiare questi due ragazzi. Prima, a cavallo tra il 2000 e il 2007, hanno dato vita all’evento più importante di questo genere musicale, e poi gli hanno dato nuovamente vita nel 2016. Per me, è come se lo avessero fondato due volte, quindi doppio merito. Perché dovete rendervi conto che non è affatto facile organizzare qualcosa del genere, è un vero e proprio lavoro, ci vuole dedizione, attenzione e cura a particolari che magari a un esterno potrebbero sembrare di poco conto mentre invece sono importanti. Soprattutto c’è una grande differenza tra organizzare una festiciola anni ’90 per poche persone, e un evento di queste proporzioni. Massimo rispetto e ammirazione. Voi non ci avete regalato un evento. Voi ci avete regalato L’EVENTO. Soprattutto, nonostante il loro passato e presente glorioso, hanno continuato a mantenere la loro semplicità e umiltà: persone con cui è possibile parlare, scambiare opinioni, persone che sanno farti sentire a tuo agio come fossi a casa.
Per fortuna che ci pensa Alex a farmi conoscere le personalità di spicco con cui ancora non ho avuto modo di presentarmi. Oltre ad Alex, ho la fortuna di incontrarmi anche con il produttore Luca Facchini. Ha una casa discografica che è la Jay Whork, ha fatto il Pam Pam negli anni '90, nei 2000 invece faceva parte del progetto “2 Black”. Quindi, presenze importanti della Dance anni ’90, anche per me inaspettate, vale sempre venire alla 90 IS MAGIC ogni volta si fanno nuove importanti conoscenze!!
E per completare già l’incontro con gli artisti, ho l’onore di vedere anche un amico che avevo già incontrato in precedenza, uno dei pionieri della Techno anni ’90: RAMIREZ !! Me lo ricordavo benissimo anche se sono passati anni, e lo stesso lui !! Infatti per i corridoi l’ho subito riconosciuto.
Con l’assistenza di una persona dello staff, arriva il momento di appendere il leggendario striscione DANCEANNI90: ormai un simbolo, ormai qualcosa che fa parte della festa stessa, senza di questo sarebbe incompleta. Per fortuna l’operazione è più semplice che la prima volta, i chiodi sono già appesi. Basta solo una scala, e un po’ di collaborazione reciproca, ed il gioco è fatto.
Ma in realtà c’è tempo di fare le cose con calma, perché so che Andy Life arriva alla stazione di Udine solamente alle 20,30.. come non detto !! Mi arriva un suo messaggio verso le 20 che è già alla stazione, mi precipito subito a prenderlo!! Del resto, ci va quasi una mezz’ora e siamo praticamente all’inizio della cena, quindi devo proprio darmi una mossa. Per fortuna che ci pensa il mio navigatore del telefono a guidarmi agevolmente per strade a me totalmente sconosciute. Arrivo quindi le per 20,30 alla stazione di Udine.. e qui riaffiorano numerosi ricordi, di anni fa, riconosco perfettamente quella piazza, il viale alberato che da lì parte, mi ricordavo perfettamente anche il Mc Donalds davanti, o comunque il ristorante Fast Food.. Ricordo benissimo anche che anni fa ci sono stato con Erik e con Tomaso Zaza per una super serata novantica.. ma ormai sono passati almeno 7 o 8 anni.. e sono sicuro che era per un’altra 90 IS MAGIC !! Prima della pausa. Comunque non pensavo, ma quando sono arrivato in questo posto, mi sono tornati alla mente bellissimi ricordi di momenti spensierati.
Dopo pochi attimi di attesa, vedo attraversare la piazza lui.. l’insuperabile Andy Life !!!! Prima di tutto un amico, ma anche un avventuriero davvero senza paragoni. Tra estero ed Italia, innumerevoli avventure. Molte legate alla musica. Molte legate alla musica anni ’90. Ma dicevo, prima di tutto una persona eccezionale, veramente semplice e alla mano, senza assolutamente troppe pretese, poi con una bontà dentro che al giorno d’oggi è sempre più difficile trovare. Educazione, correttezza, una voglia estrema di musica e libertà, tutto questo è Andy Life. E per quanto mi riguarda, ormai i ricordi si sprecano, tante ne abbiamo vissute insieme, e sono sicuro e speranzoso che tante ancora ce ne aspettano.
Ma adesso l’obiettivo è uno solo: tornare al Belvedere in tempo per godersi la cena, anche se sicuramente hanno cominciato senza di noi. Alla fine arriviamo per le 21, tempo di andare in camera a cambiarci si fanno le 21,30.. raggiungiamo finalmente il nostro tavolo, proprio nel momento in cui facciamo il nostro ingresso nella sala della cena, arriva anche una nuova amica che ho conosciuto solamente nella passata edizione dell’evento: la splendida, ma soprattutto dolcissima e ULTRANOVANTICA Lara !! Del resto, me l’aveva già scritto da diversi giorni che sarebbe stata presentissima. Anche alla cena. Fin da quando ha conosciuto me e la nostra realtà, ha subito dimostrato un’affetto e un’ammirazione fuori dal comune. Ha poi ascoltato con passione i nostri megamix durante questi mesi. In questa occasione, elegantissima, è in compagnia di amici e del suo fidanzato. Tra l’altro, proprio nel giorno in cui viene pubblicata la recensione sul forum, è il suo compleanno, quindi è il caso di farle dei sinceri auguri, che siano in questa recensione quindi che restino sempre scritti e impressi sul nostro sito. Anche se devo essere sincero, quando ho letto quanti anni compie ritengo che non sia assolutamente credibile che siano quelli che sono. Magari, 10 di meno ci avrei creduto.
Io ed Andy ci accomodiamo quindi al nostro tavolo, dove riceviamo subito la gentilezza e l’ospitalità della cameriera, che ci conferma che, anche se abbiamo già saltato delle portate, ce le faranno recuperare tutte !! Le hanno tenute per noi, gentilmente. Forse era arrivata loro comunicazione che c’erano due che avrebbero ritardato.  E così ci arrivano le squisite portate del ristorante, antipasto, primi, secondi, contorni. Quando abbiamo finito di mangiare ci arriva subito la successiva portata. Una qualità dei cibi veramente altissima, non vorrei esagerare, ma vi dico veramente che è uno dei posti in assoluto dove io ho mangiato meglio. Hanno evidentemente dei cuochi bravissimi!! Perché il cibo è veramente eccelso non ottimo, i condimenti sono in perfetta proporzione, ogni ingrediente è genuino. Impossibile veramente sentirsi male dopo aver mangiato in questo ristorante, anche se si abbonda fino all’esagerazione, è tutto assolutamente fresco e genuino.
Durante la cena, in uno dei miei momenti di assenza dal tavolo, ho l’opportunità finalmente di stringere la mano a Melody Castellari, la voce di Lady Violet!! Come immaginavo, perché avevo visto sue foto e recensioni, molti ragazzi del forum l’avevano già incontrata, è una persona veramente cordiale e alla mano. Mi chiede se sono emozionato.. Lo sono eccome!! E vi dirò che ho sempre aspettato questo momento. Dicevo tra me e me “Prima o poi incontrerò anche lei, bisogna solo che capiti l’occasione giusta”. E forse non è un caso che l’occasione giusta me l’abbia offerta proprio la serata principale.
Sempre in giro per i corridoi, ho modo di incontrare anche le splendide vallette della serata, con cui mi scatto stupende foto. In effetti, questa sera mi sento molto più mandrillo delle altre volte, sarà la forma fisica. Il gallo novantico entra quindi in piena azione.
Quando la cena è ormai sul finire, tempo di scattare ancora qualche foto insieme a Lara, e poi ultimi momenti di preparazione prima della serata in camera.
Io scendo verso le 23,30, Andy Life un po’ più tardi. Al mio ingresso in sala da ballo, trovo già un’atmosfera.. caldissima!! E dire che non è neanche mezzanotte.. eppure la musica e la gente sono già al top !! Evidentemente, anche loro come me, hanno aspettato mesi questa sera, per poi lasciarsi completamente andare alle danze. Quando io faccio il mio ingresso, ci sono già tutti i nostri amici, puntuali davanti alla consolle e al palco, ad attendere l’esibizione degli artisti. Tra questi amici, c’è anche Michele86, lo ricorderò sempre per essere stato il primo che nel lontano 2006 mi ha introdotto all’atmosfera 90 IS MAGIC al Diamantik di Gaiarine. Era l’occasione in cui avevo incontrato per la prima volta, tra gli altri, Sigrid la cantante di Barraca Destroy, gli U.S.U.R.A. Tra centinaia di serate, ce ne sono certe che rimangono veramente tutte dentro, e tra queste il posto più alto lo tengono le 90 IS MAGIC. In realtà credo che Michele sia venuto a quasi tutte le 90 IS MAGIC, non sempre ci siamo visti, questa volta per fortuna ci siamo incontrati sulla pista, nei punti dove ormai abbiamo istituito una sorta di ritrovo automatico dei ragazzi del forum: davanti al palco, è questo il punto dove ogni volta noi siamo.
Parlando di musica, invece, beh.. Dopo un primo momento in cui sono entrato, che passava ancora qualche disco Pop, a cavallo di mezzanotte, come è giusto che sia, spazio solo alla Dance, quella forte. Ricordo che esattamente a mezzanotte è partito, come fulmine a ciel sereno, “THE RHYTHM OF THE NIGHT” di Corona. Quando parte questo disco, qualsiasi cosa stai facendo o stai pensando, è il momento di fermare qualsiasi pensiero e ballare, ballare, e ancora ballare. Questa è stata l’apertura di uno dei due principali momenti Eurodance. La Eurodance più bella, di metà anni ’90. Tra Haddaway, Netzwerk, Cotton Eye Joe, Scatman, Max Zuleger, in quel momento in consolle, ha la piena capacità di farci proprio toccare il cuore degli anni ’90. Con questi vinili,  che dopo 20 anni hanno mantenuto intatta l’energia, ci porta nei momenti topici della serata. Perché, lo ricordiamo, alla 90 IS MAGIC non sentirete mp3, mixaggi al computer. Alla 90 IS MAGIC troverete solo il mixaggio tradizionale, quello con i vinili, quello reale degli anni ’90.
Poco dopo l’1, la prima ad esibirsi è proprio lei: la voce di Lady Violet, finalmente, uno dei momenti che ho atteso di più. Molti durante la serata la chiamano Lady Violet, ma io penso che sia molto riduttivo chiamarla così, perché il disco di Lady Violet “Inside to outside” è solamente uno dei tantissimi dischi, famosi e non, che ha cantato. Il suo nome in realtà è Melody. Io credo che sia giusto chiamarla Melody. Per farvi un esempio, è come se Rocco Siffredi fosse diventato famoso solo per una trombata, quando invece di trombate ne ha fatte a migliaia. A dimostrazione di ciò, i primi dischi che Melody ci canta non sono quelli di Lady Violet, ma altre perle del suo repertorio, ovvero lo stupendo disco D.E.A.R. “Talk to me”, uscito a cavallo del 2000, ed il disco pienamente Eurodance di A.D.A.M. feat. Amy con “Zombie”, la cover della celeberrima canzone rock cantata dai Cranberries. Solo dopo queste, arriva il pezzo di Lady Violet, che è veramente uno dei miei preferiti. “Il motivo per cui siete venuti qui”, ricordo le sue parole durante l’esibizione, prima di cantare “Inside to outside”. Ma in realtà se la gente si ricorda solo questo disco, vuol dire che di anni ’90 ne sa veramente poco. Ce ne sono tantissimi, e naturalmente nell’arco di pochi minuti non avrebbe mai potuto cantarli tutti.
Parlando dell’esibizione, adoro veramente il coinvolgimento che Melody sa dare, il calore con cui canta i brani, quanto li sente dentro. La passione per il canto trapela in ogni momento, ogni passaggio, ogni nota. Una voce eccezionale, ma anche una donna e un’artista eccezionale.
Dopo la sua esibizione, la vado subito a cercare per farle i complimenti e per scattarmi una bella foto con lei. In questi momenti non fa che confermarmi tutto quello che di lei avevo capito e pensato, il fatto che sia GRANDE. Mi spiega che in quei tempi registrava tantissimi dischi e progetti, neanche lei se li ricorda tutti, ha una lista solo parziale di questi progetti e questi brani (che spero mi farà avere presto). Capitavano giorni in cui ne registrava anche più di uno. Pazzesco, impressionante. Voglio assolutamente avere la lista dei brani, molti li conoscerò, ma sono sicuro che qualcuno non lo conoscerò, sarà da ascoltare con più attenzione.
In questi momenti sono talmente intento a godermi la compagnia e i sorrisi di questa cantante così straordinaria, che non ricordo precisamente quali dischi sono passati. Ricordo però che la musica continua a spaccare di brutto, forse c’è stata una parentesi di Dance fine anni ’90 con Paradisio, Neja.
In questi momenti, finalmente, ci raggiunge anche Andy Life. Solo ora quindi siamo veramente al completo.
Lo conduco nell’area degli artisti. Tra l’altro, in un momento in cui abbiamo raggiunto la nostra camera durante la serata, abbiamo scoperto di avere la camera adiacente proprio a quella di Ramirez, perché in quel momento era salito anche lui e ci siamo incontrati.
Tra un’esibizione e l’altra, oltre che con gli artisti, ne approfitto per scattare qualche foto anche con le bellissime ragazze bionde presenti in pista, sono sempre molto sensibile al loro fascino, ma questa volta ancora di più se possibile.
Verso le 1,45 arriva anche il momento di esibirsi di X-treme. Dei brani che ha cantato, quello che tutti si ricordano è “Love song”, una “ballata” di musica Dance più lenta e romantica, dolce se vogliamo, rispetto ai dischi che di solito uscivano nello stesso periodo. Forse però è proprio in questa caratteristica che ha la sua peculiarità, la dolcezza della musica e del canto. Veramente un inno all’amore, esposto in modo delicato, e non con potenza di cassa o basso, ma sempre in stile prettamente Dance.
Ricordo che dopo la sua esibizione, sono ormai passate le 2, arriva un altro momento fortissimo di musica Eurodance. Stavolta in consolle c’è Alex B, ci mette dei disconi assolutamente fantastici, come Ice Mc, come “The summer is magic”, come “Rhythm is a dancer”. Ma sono dischi che non possono non essere suonati a una serata anni ’90. Ma come si fa in una serata inno agli anni ’90 a non suonare questi dischi, è come ordinare una pizza al prosciutto senza il prosciutto, è come fare gli gnocchi senza la pasta, è come andare al mare d’estate senza fare il bagno.  Tra l’altro, questa è la chiara dimostrazione che questi due Dj sono veramente competenti in materia. Entrambi ci hanno regalato momenti favolosi di musica.
Inoltre, dopo le 2,30, lo stile di musica comincia a variare, dalla Dance passiamo alla Techno e alla Progressive, e la trovo una scelta pienamente azzeccata anche per introdurre degnamente il terzo e ultimo ospite della serata, Ramirez, un forte e chiaro rappresentante della musica Techno, tra l’altro di quella veramente veloce. Accompagnato dalle due veline ufficiali della serata, prima mascherato e poi senza maschera, ci fa riascoltare i suoi più grandi successi, come “Terapia”. Ma è secondo me quando suona “Il gallinero” che il pubblico si scatena con più foga, e anche io, perché è il disco forse più famoso dei suoi, quello che tutti si ricordano, ma anche secondo me il più bello, divertente e coinvolgente. Ricordo di averlo già incontrato in altri eventi Ramirez, una persona soprattutto molto simpatica e sorridente.
Dopo la sua esibizione, momenti Techno sia alternano ancora a momenti Dance. Quando anche le 3 sono passate, scatta inesorabilmente il meccanismo che ci porta verso la fine della serata musicale. Ve ne potete accorgere quando cominciate a sentire dischi pop italiani, come 883, oppure remix di dischi italiani come “Delusa” di Vasco Rossi, remixata dagli U.S.U.R.A. Questi sono i momenti in cui dopo essersi scatenati per delle ore, forse è il caso di tirare un attimo il fiato con qualcosa di più delicato. Quindi spazio anche a Ligabue, Jovanotti. Ormai la sala si è svuotata per più della metà delle persone, è il momento in cui rimangono solo i veri irriducibili.
Proprio alla fine della serata, arriva anche il momento toccante in cui viene suonata “Children” di Robert Miles. Per chi non lo sa, occorre dire che purtroppo questo artista ci ha lasciati precisamente il 9 maggio di quest’anno, del 2017. Proprio pochi giorni dopo la penultima edizione della 90 IS MAGIC, ovvero quella prima di questa. In questi momenti, dico Grazie a Andy Life di avermi fatto notare questo importante particolare. E dico anche Grazie ai due Dj di aver suonato questo disco, che non poteva assolutamente non essere suonato, soprattutto date le circostanze. Questo artista e le sue melodie assolutamente innovative, e pienamente attuali, continueranno a vivere in ogni serata anni ’90, ed in particolare ad ogni 90 IS MAGIC.
Quando arrivano le 4, ormai è il momento di chiudere tutto. Peccato perché il tempo è veramente volato. Quando si sta così bene, uno non si accorge neanche del passare delle ore. Ma arriva il momento in cui anche la 90 IS MAGIC in qualche modo deve arrivare a una conclusione. E con pieno rispetto della nostra tradizione, io ed i ragazzi del forum che in questa occasione sono rappresentati da Andy Life, rimangono fino alla fine, proprio finchè il buttafuori non li invita gentilmente a uscire. Anche questa volta, la scena del buttafuori andava ripetuta, ormai fa parte della tradizione. Ce l’andiamo quasi a cercare. Anche perché questi uomini della sicurezza non possono sapere che abbiamo ancora lo striscione da levare.
C’è ancora qualcosa di cui non ci dobbiamo dimenticare, prima dei saluti: la nuova compilation! Sì, perché in questa edizione c’è la novità della nuova compilation “90 IS MAGIC VOLUME 1” mixata dai due organizzatori della serata Max Zuleger e Alex B. Un mixato ottimamente realizzato di poco più di 20 brani rappresentativi degli anni ’90. In questa sede abbiamo la fortuna di averne una copia, ma si può trovare ora facilmente in tutti i negozi, le edicole, gli autogrill. Insomma, un modo per continuare l’atmosfera della 90 IS MAGIC anche dopo che le porte del Belvedere si chiudono.
Ora è il momento solo dei saluti calorosi, affettuosi agli organizzatori, anche perché sappiamo bene che difficilmente ci rivedremo prima della prossima data 90 IS MAGIC. Certo, c’è sempre il telefono, ma la distanza è tale che non ci si può vedere se non in questi momenti particolari e importanti.
Quando Andy e io torniamo in camera, mi rendo conto che ci sono due cose importanti ancora prima di andare a dormire: spostare la macchina perché l’abbiamo lasciata in un parcheggio un po’ troppo isolato, e soprattutto, tornare da Alex e Max perché non abbiamo pensato alla foto ricordo di tutti e tre davanti alla consolle. Sono veramente troppo affezionato a questa foto. Dovrebbe stare sempre nella copertina di tutti i nostri album fotografici. Vi ringrazio anche dell’opportunità che Max  mi ha offerto durante la serata di salire sul palco, anche se in quel momento non mi andava molto, ma quello che è veramente importante per me sono tutti i saluti che rivolgete a me e al mio sito. I riconoscimenti, che durante la serata sono tanti, sono sempre stati tanti, e lo sono stati anche questa volta.
Un’altra cosa che mi ha veramente deliziato è il fatto che tutti e tre gli artisti ospiti della serata siano rimasti fino alla fine: mentre Dj e tecnici stavano sbaraccando tutto, sia Melody, che X-Treme, che Ramirez erano ancora insieme a noi. Forse è una delle poche volte che è successo, perché di solito qualche artista se ne andava poco dopo la sua esibizione, soprattutto se aveva il volo all’aeroporto. Tra l’altro, tutti gli artisti che vengono alla 90 IS MAGIC, offrono una disponibilità a parlare, a scattare foto, ancora superiore a quella che di solito c’è negli altri eventi. Questo, sono sicuro, dipende anche dall’organizzazione generale della serata, dall’atmosfera, dal clima. Per questo torno a dire che un evento come la 90 IS MAGIC non esiste da altre parti.
Io ed Andy Life abbiamo poche ore per dormire, cerchiamo di sfruttarle. Anche il viaggio di ritorno sarà bello lungo, anche con la musica, certamente ad un certo punto l’eccitazione per la serata lascerà spazio a un po’ di stanchezza, lo sappiamo.
La mattina dopo la sveglia è impostata per le 11,15, ma io ed Andy lasciamo la camera verso mezzogiorno. Tra l’altro, grazie mille agli operatori del Belvedere perché ci lasciano stare in camera veramente finché vogliamo, senza venirci a disturbare, senza venire a bussarci che è ora di lasciare la camera. No, questo non è veramente mai successo, in nessuna delle volte in cui abbiamo avuto la camera. Che io mi ricordi invece, in qualsiasi altro albergo se ad una certa ora non uscivamo dalla camera, venivano a bussare, o addirittura entravano con le loro chiavi.
Le sorprese non sono ancora finite, nemmeno il mattino dopo la festa: giù al bar, quello che va verso il ristorante, dopo che ormai abbiamo fatto il check out e stiamo per uscire dalla struttura, troviamo ancora.. X-Treme!! Impegnato in un pasto che è un mix tra una colazione e un pranzo. Abbiamo l’opportunità di scambiare due parole sui tempi che furono, momenti in cui Andy sfoggia veramente la sua cultura della musica e dei progetti, veramente ferratissimo, molto più di me, sugli anni a cavallo del 2000. Inoltre, Andy aveva già avuto modo di scambiare parole con l’artista, e lo aveva già tra gli amici di Facebook, io no.
Purtroppo il tempo a disposizione per il viaggio non è completamente a nostro favore, abbiamo un vincolo: Andrea deve essere a Milano alle 17, in stazione, ora di partenza del suo treno per Savona. Ci rimane quindi appena il tempo di affrontare il viaggio di ritorno, senza troppe soste, ci è consentita solo una pausa pranzo.
Per tutto il viaggio di ritorno faccio sentire ad Andy il meglio delle nuove tracce Dance uscite, attentamente selezionate. Devo dire che i chilometri scorrono lungo l’autostrada senza che neanche ce ne accorgiamo. Ogni tanto vado un po’ oltre i limiti consentiti di velocità per non avere imprevisti nell’orario di arrivo a Milano, anche in previsione che dovessimo incontrare qualche coda, soprattutto nell’ultimo tratto tra Bergamo e Milano, notoriamente il più trafficato.
Per fortuna, non è così, non ci sono code o particolari rallentamenti, riusciamo a rispettare pienamente i tempi. Forse esserci trattenuti con X-Treme ha ritardato un po’ i tempi, credo che altrimenti ci sarebbe stato ancora il tempo di un gelato insieme a Milano prima del treno per Savona, ma sinceramente meglio così, meglio aver dedicato quella mezz’ora a parlare con l’artista, perché il gelato abbiamo sempre tempo di prenderlo, mentre occasioni così sono uniche!
Dopo che ci siamo salutati davanti a Stazione Garibaldi a Milano, dove Andy può agevolmente prendere la metro, io mi fermo a fare merenda in una pasticceria buona del posto, poi affronto l’ultimo tratto da Milano a Torino, per arrivare a casa verso le 20.
Sapete, ogni edizione della 90 IS MAGIC è veramente una storia a sé. Sì, è vero, i posti magari sono gli stessi, alcune persone sono le stesse, alcuni dischi sono gli stessi.. ma ogni volta si provano emozioni nuove, avventure e scene nuove che succedono, persone nuove importanti da conoscere. Incontri emozionanti con artisti e pubblico. Soprattutto, ogni volta c’è da vivere intensamente lo stupendo Dj Set di Max e Alex, che ogni volta ci deliziano con i successi degli anni ’90 come è pienamente giusto che sia, ma anche con qualche chicca. Alcuni dischi che sentite alla 90 IS MAGIC non li sentirete nelle altre serate anni ’90. Dischi come Einstein Dr Deejay, Double You, Cabballero, Nikita, non li sentirete mai nelle altre serate ’90, perché nelle altre serate la selezione non potrà mai essere così bella e variegata. Gli altri Dj nelle altre serate, per dirla terra terra, “non avranno mai le palle” di mettere questi dischi, perché hanno paura che in questo modo gli si svuota la pista. O magari non li conoscono neanche loro questi dischi. O magari scrivono nello slogan “Serata 90” ma in realtà poi mettono le tamarrate di Gigi D’Agostino e Gabry Ponte. Dischi come quelli di Silvia Coleman, li sentirete mai alle altre serate anni ’90? Potrebbe capitare, ma per esperienza personale vi dico che è molto raro e difficile.
Quindi, ancora una volta, GRAZIE Max e Alex, GRAZIE soprattutto per l’autenticità del vostro super evento. Perché la vostra musica è genuina al 100%, senza nessuna contaminazione, il puro stile anni ’90. Come il cibo del ristorante del Belvedere è genuino al 100% e fa stare solo bene, così anche la vostra musica è genuina al 100% e fa stare solo bene. La musica che voi suonate è storia, i mezzi che utilizzate per suonarla, anche quelli, fanno parte della storia e continueranno a farne parte.
« Ultima modifica: Novembre 05, 2017, 11:23:03 am da Emperor Absolutus »
-- :: THE ITALIAN SUPEREURODANCER :: --