Autore Topic: 31/10/2016 - 90 IS MAGIC - TRICESIMO (UD) con USURA, SOUNDLOVERS e KIM LUKAS !!!  (Letto 1696 volte)

Offline Emperor Absolutus

  • Amministratore
  • Hero Member
  • *
  • Post: 3573
  • The Italian SuperEuroDancer
    • E-mail


DOPO SETTE ANNI DI ASSENZA

IL 31 OTTOBRE

RITORNA LA FESTA DANCE ANNI '90 NUMERO 1 IN ASSOLUTO

QUELLA CHE TUTTI ASPETTANO

QUELLA CHE TRASFORMA I SOGNI IN REALTA'

90 IS MAGIC

A TRICESIMO (PROVINCIA DI UDINE) - RISTORANTE BELVEDERE

TRE GRANDI OSPITI DAL VIVO - U.S.U.R.A. , KIM LUKAS, NATHALIE DEI SOUNDLOVERS



-- :: THE ITALIAN SUPEREURODANCER :: --

Offline Emperor Absolutus

  • Amministratore
  • Hero Member
  • *
  • Post: 3573
  • The Italian SuperEuroDancer
    • E-mail
Ragazzi non vedo l'ora.. sono anni che aspetto. Non riuscivo a darmi pace dopo che nel 2010 avevano interrotto questa serie di eventi.
-- :: THE ITALIAN SUPEREURODANCER :: --

Offline 2thousand

  • *VIP*
  • Newbie
  • *
  • Post: 46
......Qualcuno va'?

Offline Emperor Absolutus

  • Amministratore
  • Hero Member
  • *
  • Post: 3573
  • The Italian SuperEuroDancer
    • E-mail

Al ristorante prima di partire per la super 90 IS MAGIC


The Big G e Triack78 in Corso Sempione prima di partire per la super avventura


Un incontro straordinario causale all'autogrill con le regine Nathalie e Kim !!!!


L'ingresso alla novantazione estrema


L'ingresso al ristorante. Il cartello fuori non lascia alcun dubbio sul posto giusto


Alex B, Emperor Absolutus e Max Zuleger, ovvero io con gli organizzatori della magia


Dopo molti anni con mia grande emozione, lo striscione del nostro amato sito danceanni90


Il magnifico ristorante Belvedere


Il tavolo degli ospiti e organizzatori vuoto ancora per poco


Max Zuleger e Alex B nel tavolo ufficiale dell'organizzazione


The Big G,  Triack78 ed Emperor Absolutus con un ospite d'eccezione inaspettato, Cristiano dei 2 Thousand !!


Triack78, Emperor Absolutus, Cristiano dei 2 Thousand e la mitica Dj 90 Lady Shamiira !!!!


Finalmente la sala gremita sotto lo striscione DANCEANNI90


Sotto l'illuminazione Vintage, i due super Dj all'opera, Alex e Max


Max alla consolle e Alex presenta !!


Sono passati quasi 10 anni.. ma un vero novantico come Michele è sempre presente


Kim Lukas con la sua dolcezza inizia a conquistare il pubblico


L'espressività di una grande artista come Kim Lukas


Kim non parla solo con le parole, ma anche con i gesti !!


Di scena Nathalie dei Soundlovers !!


The Big G con uno dei musicisti degli Usura !!


Gli Usura di scena con Lisa al centro la cantante scatenata !!


La stupenda esibizione degli Usura entra nel vivo !!


Emperor Absolutus con la formazione completa degli USURA !!


The Big G con gli Usura al completo !!

FOTO DA PARTE DI THE BIG G


Da lontano, l'ingresso dalla 90 IS MAGIC


Da vicino, l'ingresso dalla 90 IS MAGIC


La magica sala prima dell'evento


Lo striscione appena appeso in tutta la sua magnificenza


La suggestiva ambientazione del ristorante Belvedere

DOWNLOAD

FOTO
Scarica da qui il pacchetto completo delle foto in ottima qualità !!

*      *      *

Sapete, è persino difficile iniziare questa recensione.. perché i fatti a cui abbiamo assistito sono talmente straordinari, che ricordi ed emozioni si accavallano in modo turbinoso e vorticoso dentro, e non vorrei mai in questa baraonda di sensazioni dimenticarmi anche solo un piccolo particolare di questo evento, per me estremamente significativo.
Innanzitutto, ci tengo a precisare che quando ho letto per caso la notizia su Facebook, sono rimasto a bocca aperta. Non ci credevo !! La 90 IS MAGIC è la serata che più ci ha fatto provare felicità, ma purtroppo si era interrotta nel 2010 o forse addirittura nel 2009. Ricordo benissimo, non riuscivo a capacitarmi. Mi chiedevo come avrei fatto senza la mia mitica seratona. Sì, è vero, non è l’unica serata in cui vengono suonati anni ’90. Certo, ce ne sono di serate carine.. ma non come la 90 IS MAGIC !! Questo non è un evento. Questo è L’ EVENTO. Il punto di riferimento. L’origine. La purezza del suono novantico.
Ricordo che alla fine dell’estate vedo un’immagine sui social che sconvolge la mia giornata. Titola: “RITORNA 90 IS MAGIC”. Non poteva esserci notizia più bella per noi appassionati. Immediatamente mi ritornano alla memoria quei mitici eventi vissuti tra il 2006 e il 2009, con una partecipazione esagerata del forum. Senza neanche andare a rivedere le foto, mi balzano alla memoria quegli esaltanti ricordi.
Immediatamente allora contatto gli organizzatori, che mi confermano il tutto. Ricordo perfettamente le date in cui normalmente veniva organizzato l’evento, e spero con tutto il cuore che sia già questo autunno. Alex mi conferma in via del tutto confidenziale la data del 31 ottobre. Quindi non ci penso due volte: chiedo subito le ferie per quel giorno !! E naturalmente inizio già a spargere la voce dappertutto, soprattutto tra gli amici, tra le persone care, ma anche in generale ai veri appassionati, a coloro che da quando si è interrotta la 90 IS MAGIC in realtà la stavano già aspettando, l’hanno sempre aspettata.
Durante le settimane prima dell’evento, alterniamo le nostre faccende abituali alla preparazione mentale. Ci sono delle pratiche che vanno assolutamente sbrigate, prima della grande data.
Innanzitutto, c’è un simbolo indelebile del nostro forum danceanni90 che per lunghi anni è rimasto in attesa di essere nuovamente mostrato in tutta la sua magnificenza: è lo striscione, realizzato in bianco e nero, con il link al nostro portale. E’ stato mostrato in tutta Italia, si può dire, soprattutto al Nord. Ma è in una serata come questa che esprime al meglio il suo significato. Sapete, in tutta la baraonda e il casino che sono successi in casa mia in questi ultimi anni, non sapevo più dove fosse stato lasciato. Per fortuna con l’aiuto di mio papà ho scoperto dove si nascondeva, e ringrazio che c’era ancora !! Pensate che disdetta sarebbe stata se fosse andato perso oppure non sapendo il significato immane intrinseco, l’avessero addirittura buttato via.
Casualmente, e questi sono tutti segni, ho ritrovato nel mio box dell’auto anche un altro ricordo fantastico, il cappellino ufficiale della 90 IS MAGIC. Questo mi era stato regalato dai due organizzatori. Non può essere solo un caso che lo abbia rivisto proprio nei giorni prima.
Contando i giorni che restano prima della grande festa, arriviamo finalmente alla data del 31 ottobre. Dopo un'attesa di quasi un mese e mezzo dalla splendida notizia, arriva finalmente il gran giorno. Una trasferta preparata nei minimi dettagli e ogni dettaglio finalizzato al nostro benessere. Verso le ore 10 del 31 ottobre, con tutta la calma, saluto e abbraccio tutti a casa, impugno la valigia appena preparata, lo striscione e mi fiondo in autostrada. Sento veramente che è l'inizio di un'epica avventura. Tra Torino e Milano naturalmente musica, ma senza esagerare, perché sarà sempre la nostra compagna di viaggio. Oggi in viaggio niente donne. È la musica la nostra donna.
Mi fermo a fare rifornimento a Rho in cui ho modo di messaggiare con i miei futuri compagni di viaggio, e ho il piacere di constatare che siamo tutti in perfetto orario, quasi un orologio svizzero per questa super novantazione. In questo frangente prenoto anche al suggestivo locale dove da lì a poco avremmo mangiato.
Quando percorro il periferico viale Certosa, che in altre ore è intasato dagli impiegati degli uffici, alle 11,30 si presenta quasi completamente sgombro. Tutto questo mi permette di arrivare puntualissimo alle 12,15 al luogo dell'appuntamento, in cui davanti alla banca mi sta già aspettando il grandissimo The Big G, un super amico, il top friend. Ha combattuto con tutte le forze l'influenza nei giorni prima e, pur non avendola ancora debellata del tutto, ha deciso di esserci, di non mancare, pur non essendoci mai stato prima a un evento del genere, è come se ne percepisse la potenza già a centinaia di km di distanza. In effetti, si nota un po' che non è ancora al top, ma ancora per poco, perché tutti conosciamo gli effetti benefici della Dance music. Di solito passiamo delle splendide giornate sullo sfondo del lago di Lecco, questa volta invece Milano è il teatro per il nostro capitolo di storia. Con The Big G, un’amicizia che vive ormai da più di 5 anni, un’amicizia basata sull’affetto reciproco, sulla lealtà, sull’ammirazione. Nonostante i 15 anni quasi esatti che ci separano, tanti interessi comuni, tanti modi di pensare affini, molti aspetti del carattere simili. Veramente un’amicizia preziosa, e io mi chiedo tante volte cosa sarebbe stato di me se non l’avessi conosciuto, perché davvero il suo supporto è stato fondamentale in moltissime occasioni, e in molti momenti stra difficili anche solo una parola di conforto e un segno di vicinanza hanno potuto dare l’avvio per superare il momento.
Senza perdere tempo, scendiamo nell'atrio della metro ad accogliere degnamente anche l'altro membro del gruppo 90, il mitico Triack78. Anche lui, un validissimo amico e collega di lavoro, che fin dalla sua prima festa anni 90 si è innamorato di questo movimento e non ha mai esitato a partecipare anche agli altri grandi eventi. Ma oggi sappiamo bene che non è un evento qualsiasi. Oggi è l'EVENTO. Anche con Stefano, un’amicizia che dura da 4 anni, ovvero da quando è entrato per la prima volta dal nostro cliente. Una persona a volte un po’ troppo ansiosa, come me del resto, a tratti un po’ irascibile, ma dal cuore d’oro ed educatissima, piena di rispetto verso tutti. Non ha mai disdegnato un aiuto, anche se questo comportava sacrificio. Sul lavoro, un validissimo aiutante, collaboratore. Devo dire che mi ha tirato fuori dai casini diverse volte. Se vogliamo, quello che Gilberto ha fatto con il supporto morale in altre occasioni, Stefano lo ha fatto sul lavoro per me.
Come promesso loro, per darci degnamente la carica, andiamo a mangiare in un posto nuovo specializzato in pizza e brioche alla crema. Un posto delizioso in cui non viene quasi mai nessuno e non si capisce come mai perché il cibo ha una bontà e genuinità veramente fuori dal comune. Parliamo della nostra vita, dei nostri piani novantici della giornata.
Verso le 13,30 siamo finalmente pronti. È la partenza ufficiale!!!! Finalmente!! Che carica!! Dopo una foto ricordo al ristorante ce ne sta senz'altro una accanto alla nostra Grande Punto!! Poi però basta perdere tempo, ci aspetta un super viaggio. In tutti i sensi.
E come prevedibile, la musica la fa subito da padrona. Per tutto il tratto in cui lasciamo Milano per avventurarci sulla A4, presento a The Big G le novità Dance musicali appena uscite. Lo so, questo è un po’ fuorviante rispetto alla tematica della serata, però abbiamo molte hit che ricordano le amate Dance anni ’90, per cantato e sonorità. In particolare, ci sono dei brani cantati in polacco che ricordano molto lo stile Eurodance anni ’90. Per cui, se a prima vista non c’entrano niente con il clima della serata, bisogna stare attenti ai particolari del suono !! Poi c’è anche un’altra hit che racchiude molte sonorità e ritmi anni ’80.
Ma l’excursus, chiamiamolo così, dura solamente un paio d’ore, forse neanche, poi si ritorna prepotentemente sull’autoradio alla musica per cui stiamo facendo centinaia di km.
Uno dopo l’altro sfoderiamo i megamix dei Dj migliori a livello internazionale, quelli più bravi e capaci nel gioco del mixaggio, nei passaggi curati e fantasiosi, insomma quelli che sanno dare quel qualcosa in più a una selezione già di per sé al top. Quindi vanno i megamix di Dj Gangas, Dj Brooklyn, Blanco Y Negro Mix, i megamix della DeeJay Family. Insomma, solo il meglio per onorare un’occasione così. In compagnia di mixati così elaborati, ben realizzati, il viaggio trascorre nel massimo piacere. Non ci accorgiamo praticamente di macinare chilometri su chilometri, in men che non si dica superiamo Bergamo, Brescia, il lago di Garda, Verona, Vicenza.
In questi momenti ho una incredibile sorpresa sul mio telefono: mi fa sapere della sua presenza alla festa.. un Vip !! Un Vip della Dance !! Che però purtroppo non abbiamo mai visto e conosciuto di persona: Cristiano del gruppo dei 2 Thousand !!!! E’ strano veramente che finora non ci siamo mai visti, perché ricordo benissimo che è parte del nostro forum fin dalla nascita praticamente.. fin dal 2007 !! Ricordo perfettamente anche le serate in cui la partecipazione del forum era massiccia, forse proprio la 90 IS MAGIC, e lui non era potuto venire. Peccato, perché questo ha comportato il fatto che non lo abbiamo mai visto di persona. Ma questa volta è diverso.. questa volta, sta proprio partendo da Viareggio !!!! Per cui lo vedremo, e questo non fa altro che aumentare l’energia, già immensa, che è in noi.
Quando siamo oramai nei pressi di Padova, quindi a buon punto, decidiamo di prenderci una meritata pausa. Abbiamo scelto un autogrill con il GPL, perché mi ricordavo che era uno dei pochi con questo servizio, in realtà per fortuna ora ce ne sono molti lungo l’autostrada. Convinti di fare una pausa come tante altre, dopo la toilette entriamo nel bar a prendere qualcosa. In questo momento succede qualcosa che cambierà radicalmente la nostra giornata e le nostre emozioni, rendendo tutto indimenticabile ancora prima della serata. Entra in autogrill una ragazza bionda. Già vedendola, rimango impietrito, sapete, come quelle visioni che inevitabilmente incantano, ipnotizzano. In realtà rimango così per un motivo ben preciso: perché io questa ragazza bionda la conosco benissimo !! E’ proprio lei.. NATHALIE DEI SOUNDLOVERS !!!! Ma io faccio appena in tempo a dire sconvolto ai miei due compagni di viaggio “Cosa.. ma è Nath..” che lei si gira verso di me, mi fulmina con i suoi occhi pieni di vita, e mi saluta calorosamente. E’ da non credere, eppure è così. Siamo entrati nello stesso momento, e nello stesso autogrill, insieme a lei. Chiaramente Gilberto The Big G ha un attimo di panico. Perché qualcosa del genere non se lo sarebbe mai mai mai aspettato. E nemmeno noi, nemmeno io e Triack78. Ma è successo veramente. E non è neanche finita qui.. perché dopo i saluti e le presentazioni, Nathalie ci dice “Aspetta che viene anche Kim..” .. questo è davvero straordinario. Le artiste che ci avrebbero fatto saltare, sognare, di lì a poche ore, sono già tra noi. Un imprevisto, il più bell’imprevisto che in quel momento potesse capitare, perché fatico a pensare qualcosa di più bello che potrebbe succederci in questo momento. Anche Kim Lukas ci saluta con molta cordialità e gentilezza, con quel suo accento che per molti tratti ricorda l’inglese, la sua lingua d’origine. Ma un italiano ormai praticamente perfetto, sviluppato nei suoi anni in Italia, dove ormai si è ambientata, dopo aver lanciato quei dischi che tanto ci hanno allietato la vita 16 anni fa. Ma avremo modo di presentarle degnamente dopo, tutte e due, quando si esibiranno con i loro brani, il motivo per cui stiamo facendo questa odissea che copre tutta la Pianura Padana da Ovest a Est. Ora vorrei solo descrivere l’emozione che si prova a stare insieme a loro, mentre prendono il caffè, mentre guardano incuriosite gli articoli dell’autogrill. Che sensazione è ?! E’ anche difficile da spiegare. Purtroppo nell’incanto della situazione, non ho avuto la prontezza di offrire io il caffè. Sono rimasto troppo emozionato, d’altronde non succede tutti i giorni qualcosa del genere. Non oso immaginare The Big G, cosa può aver provato ad averle viste per la prima volta, se a me che ho già incontrato tante volte sia Nath che Kim ha fatto un tale effetto. Anche Triack le aveva già incontrate, anche se solo una volta, due anni fa.
Significativa la domanda di Nathalie “Ma .. state venendo LA’ vero?” .. è ovvio. Io non riesco a pensare di poter andare da qualche altra parte, se quella sera c’è 90 IS MAGIC. Perché è questo l’evento di riferimento per noi. Nessun altro, se non questo. Poi parliamo anche delle volte recenti in cui ci siamo visti.. Solo una piccola cosa che mi provoca un po’ di delusione: parlando con Nathalie, vengo a scoprire che non sono nel nostro stesso albergo per la notte. Tra l’altro, la cosa mi pare piuttosto strana, perché il ristorante e discoteca in cui si tiene la serata, non ha ancora le camere letto a disposizione, avevo provato a chiedere per telefono, ma mi avevano risposto che per il 31 ottobre non sarebbero state ancora pronte le camere d’albergo. Un gran peccato, penso.. Ci sarebbe piaciuto tantissimo fare colazione insieme a loro. Ma pazienza.. Veramente.. Il destino è stato già molto generoso con noi. Non solo durante la serata, persino in autogrill le abbiamo incontrate ma vi rendete conto !!!!
Guardate, vorrei soffermarmi ancora a raccontare questi momenti. Vorrei, ma non pos(t)so. Perché dobbiamo andare avanti a raccontare questi incredibili fatti. Chi si ferma è perduto. Allora, salutiamo queste due grandi star, le avremmo riviste poche ore dopo. Ognuno riprende la sua strada, con il suo passo. Noi increduli, loro ancora più cariche. Tutti soddisfatti.
Il viaggio procede più rapido del previsto, e in condizioni di traffico scorrevole, almeno fino a Latisana, quando invece ci imbattiamo in due o tre code, che però si risolvono rapidamente. Quando siamo quasi arrivati a Udine, ricevo le chiamate di Michele, un ragazzo del posto che avevo avuto l’onore di conoscere ben.. 9 anni fa !! Pensate, io e lui ci siamo conosciuti in occasione di una super serata a Gaiarine, al Dyamantic. 9 anni dopo i ricordi sono ancora vivi, vivissimi. Anche perché, scusate se è poco, in quelle occasioni avevo fatto la conoscenza niente di meno che di Sigrid la cantante di Barraca Destroy. Gentilissimo Michele, ci fornisce le istruzioni stradali pratiche per arrivare al nostro albergo senza pagare costi aggiuntivi inutili. Le seguiamo, dopodichè veniamo guidati dal navigatore che in pochi minuti, dall’uscita dell’autostrada, ci porta verso l’indirizzo richiesto.
Qualcosa non va però.. ci ritroviamo davanti a un edificio completamente buio. Ma può essere un hotel quello?! Oppure il navigatore ha sbagliato indirizzo?! Dopo aver preso le nostre valigie, scendiamo dalla macchina e ci dirigiamo verso quello che le indicazioni segnano come l’ingresso. In effetti c’è una porta. All’interno, quella che sembra essere la reception, con albergatori e ristoratori, circondati di candele: è saltata la luce, da qualche ora.  Ci vengono fornite le chiavi della camera, ma anche una torcia, altrimenti non avremmo potuto vedere niente. Che spettacolo.. a ripensare a questo buffo inconveniente a distanza di giorni, sono sempre più convinto che questo non ha fatto altro che aumentare il fascino e la bellezza dell’avventura, proprio perché questi piccoli inconvenienti aumentano il gusto dell’avventura. Poi, per chi lo festeggia, il 31 ottobre è Halloween. Devo dire che tutta questa atmosfera ci sta proprio a pennello con questa festa. Anche le scale, buie, per arrivare alla nostra stanza, usate a causa dell’ascensore indisponibile, sembrano quelle di un castello abbandonato. Arriviamo alla nostra stanza, pure bella. Certo, siamo un po’ impacciati senza la luce nei nostri preparativi, ma ce la caviamo in un modo o nell’altro. Telefoniamo quindi prima a casa per rassicurare, poi finalmente a Max e Alex gli organizzatori per annunciarci: stiamo arrivando !! Tempo una mezz’oretta se non meno !! E dunque, compiamo tutti le nostre trasformazioni: Stefano si trasforma in Triack78, Gilberto in The Big G, e io, finalmente, dopo anni, mi trasformo al 100% in Emperor Absolutus. Sì, perché finalmente questa è l’occasione che aspettavo per riprendermi i miei pieni poteri. La maglietta ricamata con lo stemma del forum, e anche la corona intarsiata. Poi lo striscione. Sono questi simboli a prima vista di poco conto, ma che rivestono un valore altissimo, perché sono i simboli della nostra bandiera.
Carichi davvero più che mai, arriviamo quindi al parcheggio di questo posto parecchio suggestivo che è il ristorante Belvedere. In realtà sono sicuro che c’è un motivo per cui si chiama così, sorge in cima a una collinetta, quindi immagino che se fossimo arrivati quando è ancora chiaro, avremmo potuto ammirare un bel panorama naturale. Con nostra grande sorpresa, anche se arriviamo addirittura mezz’ora prima che iniziasse la cena, il parcheggio è già quasi tutto pieno e siamo costretti dagli operatori a parcheggiare la macchina di lato. Dopo che scendiamo, con tanto di striscione, ci appare magicamente l’ingresso della serata, l’ingresso della 90 IS MAGIC. E’ un momento per me importantissimo, ve lo giuro. Dopo questo lunghissimo viaggio, finalmente la nostra meta. Un fascino indescrivibile. Noto subito che ci sono due ingressi e capisco subito che uno è quello del ristorante. Avevo già visto come è fatta la struttura nelle foto. Un’incredibile struttura, in cui a un ristorante rinomato si accompagna un gigantesco salone, il salone per l’appunto in cui si sarebbe tenuto il nostro super evento.
All’ingresso del locale, subito.. la magia !!!! Circondati da bellissime ristoratrici e cameriere, vediamo dei volti che riconosco subito come familiari (erano tra gli operatori della 90 IS MAGIC, ricordo benissimo i passati eventi nonostante gli anni passati). Ma la mia attenzione.. è rivolta soprattutto a due persone, che sono gli unici veri organizzatori dell’evento.. sono Alex B e Max Zuleger, ovviamente, sono loro due che cerco e non vedo l’ora di rivederli. Ecco, tra i presenti scorgo finalmente Alex, elegantissimo. Non appena mi vede, un boato di gioia, non si contiene, non si può contenere. Il suo grido di felicità la dice tutta su quanto siano intensi questi momenti. Io non sono un tipo che urla, che grida, ma la mia gioia è veramente forte, perché nutro davvero un grandissimo affetto per queste due persone, che si è mantenuto realmente intatto nel corso di questi anni di inattività. Perché sono troppe le emozioni che ci hanno regalato. Poi finalmente accorre anche l’altro grande, Max Zuleger, un altro grandissimo Dj, qua stiamo parlando di due veri professionisti. Ci hanno riportato alla luce l’evento più puro e originale. Attivissimi negli anni ’90, attivissimi ancora oggi. Sapete, sono un po’ sconvolto dalle sensazioni in questi momenti. E’ difficile poter descrivere in una recensione quello che si prova.. Le loro urla festose, una festa rivolta unicamente a me in questi momenti, non possono non rimanere dentro. La 90 IS MAGIC per me in questi momenti è già iniziata.. molto prima che per tutte le altre persone.
Ma è solo l’inizio di tutto. Pochi passi dividono il ristorante dall’ingresso al salone. Un salone veramente bello, incantevole. Ci chiediamo se la sua grandezza sarà sufficiente a contenere l’immensa folla che accorrerà per celebrare questo grande ritorno. Poi, ci concentriamo sui bellissimi particolari di questo maestoso allestimento, come la consolle.. La consolle !!!! La consolle in cui verranno suonati solo vinili, rigorosamente solo vinili, come ai vecchi tempi. Poi si vede chiaramente il palco, davanti alla consolle. Il palco in cui gli artisti ci avrebbero fatto rivivere il cuore veramente degli anni ’90.
Ma ora la nostra attenzione è nell’appendere lo striscione, forse il simbolo più magico e profondo del sito danceanni90. Un simbolo che era rimasto assopito per molto tempo, e che aspettava questa occasione per tornare alla luce. Con l’aiuto di uno dei proprietari, troviamo quasi subito il posto adatto ad appenderlo. Prima avevamo bisogno di capire dove appenderlo. Ora che l’abbiamo capito, finalmente possiamo srotolarlo in tutta la sua maestosità. E’ un momento incredibile per The Big G e Triack78, perché non lo hanno MAI visto. Rimangono allucinati, sbalorditi, quasi shocckati dalla sua lunghezza, dalla sua maestosità, dalla sua grafica imponente. A  bocca aperta veramente. E io che dovrei dire?? Io l’ho visto appeso diverse volte. Ma questa senza dubbio non è un’occasione come tutte le altre, qua lo striscione è come a casa sua, qua lo striscione viene esaltato in tutto il suo valore. Quindi, dopo averlo srotolato tutto, ed aver tolto l’adesivo in eccesso che ancora era rimasto (chissà da quanto), finalmente lo appendiamo al muro con dei chiodi improvvisati che gentilmente il proprietario del ristorante ci offre, e a dirla tutta fa anche lui tutto il lavoro. In men che non si dica lo striscione è finalmente tornato a risplendere. Sono d’obbligo in questa occasione naturalmente, le foto, sia adesso che la sala è vuota, sia dopo quando la sala è piena.
Dopo brevi momenti di attesa nell’atrio di ingresso al ristorante, finalmente è ora di accomodarci ai tavoli che abbiamo prenotato. Facciamo quindi ingresso alla sala per la cena, e subito ci balza all’occhio l’eleganza di questo ristorante. Sicuramente un ristorante rinomato, di classe. Molto bella e curata l’estetica. Ma quello che più ci stupisce è la bontà delle portate. Dei piatti deliziosi, il livello gastronomico è molto alto. Dai primi ai secondi, delle autentiche squisitezze. Quando ci siamo già incamminati con i primi piatti, fanno il loro ingresso Max Zuleger e Alex B, con tutti gli altri dell’organizzazione, e altri volti non da me conosciuti, ma probabilmente si tratta dei vari Sponsor dell’evento. Dopo un po’, arrivano anche Nathalie e Kim Lukas !! Ci sembra di averle già viste !! Ma l’emozione è uguale a prima !! In particolare, mi è rimasto impresso quanto mi dice Nathalie: “Ma hai visto che manca la luce in albergo?”, a queste parole io rimango sciocckato.. perché si capiscono molte cose. Innanzittutto vuol dire che Nathalie si ricorda l’albergo dove stiamo noi, glielo avevo detto in autogrill. Ma soprattutto vuol dire.. che sono nel nostro stesso albergo !! Eh sì infatti, mi sembrava strano che avessero la camera direttamente al Belvedere.. a me avevano detto che l’albergo non era ancora allestito !! Ed infatti, la mia faccia a queste parole di Nathalie la dice tutta. Faccio una faccia smarrita che suscita non poca ilarità a The Big G. Però questo mi riempie di gioia, perché si profila la possibilità il mattino dopo di fare colazione insieme alle nostre star !! Tutto questo contribuisce ad aumentare ulteriormente la nostra energia interiore, che già era alle stelle.. !!
La cena procede tranquilla e come detto le portate risultano deliziose. Durante la cena, ho modo di scambiare qualche battuta con Alex e Max, in particolare Max mi porta i saluti di Sigrid la cantante di Barraca Destroy.. eh sì, perché vale la pena ricordarla, anche se questa sera non può essere con noi, ci ho sperato fino all’ultimo. Ho provato a rintracciarla perché avevo il numero che mi aveva dato nel lontano 2007, ma non mi risultava raggiungibile. Poi vengo a sapere da Max che lavora all’estero, ma mi porta i suoi saluti. Sono sicuro che in futuro avremo occasione di vederci, dato che lo desideriamo. Durante la cena arrivano i festeggiamenti anche per noi del forum, infatti ad un certo punto dal tavolo degli organizzatori si alza l’urlo “Dove sono gli esperti degli anni ’90??”. Ma lo sguardo è rivolto verso il nostro tavolo. La carica è elevatissima, l’atmosfera è molto festosa.
Ma, dopo che praticamente le portate da mangiare sono finite, finalmente è arrivata la grande sorpresa, l’imprevisto inatteso ma bellissimo, ovvero il Dj Producer Cristiano del gruppo dei 2 Thousand !! Pensate, partito verso le 17 da Viareggio, nonostante gli ingorghi incontrati lungo la strada, finalmente è arrivato. Mi fa sapere tramite Whatsup che finalmente ha parcheggiato, quindi lascio un attimo i miei due amici The Big G e Triack al tavolo per andarlo ad accogliere. Inizialmente c’è un po’ di confusione su quale sia l’ingresso giusto da seguire per venire da noi, ma poi tutto si risolve, e fa il suo ingresso questo grande produttore, una figura notevolissima a cavallo tra la fine degli anni ’90 e il 2000, con le sue hit di successo “Fire” e “Emotion”. Ecco, “Fire” del 1999 ed “Emotion” del 2000, questi sono i due grandi, super dischi Dance con cui tutti conosciamo il suo gruppo. Ci ricordiamo benissimo anche della cantante di colore D. D. Klein che ha cantato entrambe le canzoni. Sono loro, il gruppo dei 2 Thousand. Per me è veramente un grande onore avere qua Cristiano, anche perché ci segue praticamente da quando il forum è nato, sono ormai 10 anni !! Naturalmente per lui procuriamo il biglietto senza fare la fila, e gli riserviamo un posto a tavola insieme a noi. Sapete, la 90 IS MAGIC oggi mi fa tornare alla mente tutti questi piacevolissimi imprevisti che già succedevano nelle passate edizioni. Non so, deve essere la magia, deve essere il clima, ma mi ricordo che già all’epoca tra il 2007 e il 2009 le passate edizioni a cui avevo preso parte, all’ultimo ci contattavano queste grandi personalità che ci facevano sapere la loro presenza. La stessa cosa è successa oggi con Cristiano. Una presenza d’onora al nostro tavolo. E naturalmente molti sono gli argomenti di cui parlare, soprattutto i bei tempi passati, le produzioni del gruppo. Lo studio. Ma che fine ha fatto poi la cantante D. D. Klein? Non lo sa nemmeno lui. Corrono solo voci, ma non c’è nulla di ufficiale. Comunque non dovrebbe trovarsi più in Italia, questa è la sola cosa che sappiamo. Ma come era prevedibile dalla chiacchierata con Cristiano scaturiscono molti interessanti particolari sullo studio, su cosa vuol dire essere Producer, su cosa significa aver lavorato in quegli anni a stretto contatto con grandi artisti come quelli presenti questa sera. Sul modo di concepire la produzione della musica e sulle strumentazioni che allora c’erano. Insomma, una chiacchierata con una personalità del genere è solo cultura.
Ad un certo punto, vedo che la gente comincia ad andare via, anche i Dj e tutto il loro tavolo. Da qui desumiamo chiaramente che è arrivato il momento di iniziare finalmente la serata, è da un mese e mezzo che stiamo aspettando questo momento. Allora io con i miei compagni compreso Cristiano, seguiamo il percorso che ci è stato indicato da una delle proprietarie del ristorante, riservato ai partecipanti alla cena.
In un camerino adiacente al ristorante, ho un altro incontro del tutto inaspettato, l’ennesimo di questa incredibile serata: è la formazione degli USURA !!!! Li riconosco subito, li avevo intravisti per un attimo anche alla cena ma poi sono andati a mangiare in un’altra sala. Mi rende felice sapere che come io mi ricordo benissimo di tutti i membri del gruppo, anche loro si ricordano di me. E’ vero, sono passati 10 anni, ci siamo visti solo un paio di volte, ma probabilmente anche loro conservano il ricordo di quanta passione abbiamo io e il mio gruppo. Forse non hanno mai visto nessuno promuovere con tanto entusiasmo questa musica, forse è per questo che conservano il ricordo. Purtroppo c’è modo solo di fare un saluto in questi frangenti, ma basta e avanza, perché tanto li avremmo visti da lì a breve.
Percorrendo le scale e i corridoi, ci imbattiamo già in una fiumana di gente allucinante: e siamo solo all’inizio della serata. Immaginate poi quando la serata entrerà nel vivo.
Proprio nel corridoio di ingresso, abbiamo un altro piacevolissimo incontro, una donna a me davvero molto cara, ed è un altro immenso colpo di fortuna averla incontrata in mezzo a tutta sta baldoria, proprio ora, proprio qui: è la mia cara amica Lady Shamiira, Katya. Una persona davvero eccezionale, ma direi una PERSONALITA’ eccezionale anche. Anche lei, profonda cultrice del vinile come i due Dj della 90 IS MAGIC, una cultura alle spalle immensa, come immensa la sua preparazione tecnica e la sua esperienza. Insomma, veramente un pezzo da 90, un pezzo grosso. Recentemente è venuta a suonare proprio dalle mie parti in Piemonte, e io l’ho saputo troppo tardi altrimenti mi sarei precipitato di corsa a sentirla. Per fortuna a quanto pare l’occasione si ripeterà a gennaio. Comunque oltre che una grande Dj è veramente una grande amica. Con lei abbiamo condiviso esperienze indimenticabili, che si possono trovare ripercorrendo anche diversi anni addietro, come dimenticare per esempio le festa a Roma. A Roma !! Erano diversi anni fa, avevamo deciso di giocare in trasferta, in terreni non nostri, per portare il nostro messaggio novantico in una città, nella Capitale, che eravamo sicuri lo avrebbe accolto in pieno. Tra l’altro, quando a Katya presento Cristiano dei 2 Thousand, scatta una profonda ammirazione anche da parte di Katya per Cristiano. Chiedo a Cristiano di scattarmi gentilmente una foto con Lady Shamiira, ma Katya in quel momento mi fa il cazziatone che dovrei invece scattarla con Cristiano altro che con lei. E non ha  torto !! Ma la foto con Cristiano l’abbiamo fatta, io voglio un ricordo anche con questa mia grande amica ed esperta Dj 90.
Quindi, per un caso estremamente fortuito, ci ritroviamo all’ingresso della sala della 90 IS MAGIC tutti insieme, noi, la gradevolissima sorpresa Cristiano, e Lady Shamiira che pure non era sicurissima di poter venire, fino a qualche giorno prima. Davvero, meglio di così non poteva andare, le premesse ci sono tutte per vivere qualcosa di unico.
Prima di iniziare a ballare, decidiamo di lasciare il cappotto in macchina, perché sarebbe stato  troppo lungo fare la fila al guardaroba.
Ed in effetti, il salone ora già gremito di folla fa tutt’un altro effetto. Che sensazione magica, entrare e trovarsi immersi nelle luci psichedeliche caratteristiche degli anni ’90, con lo striscione bene in vista sul muro.
Certo, anche vedere lo striscione che assume diverse colorazioni a seconda dell’illuminazione di quel momento, è qualcosa di indescrivibilmente suggestivo. Il sound, la musica, poi, ah non parliamo. Naturalmente pur essendo in clima di preserata è già pienamente calato in atmosfera. Da dischi come Ace of Base, quindi Downbeat, si passa ancora al Pop, ma al Pop quello bello, che veramente ascoltavamo e ballavamo negli anni ’90, come i Backstreet Boys. Come dimenticare queste ballate, presenti a tutte le feste di scuola per esempio.
Da un momento Pop, si passa a un momento Dance di inizio anni ’90. Di questo genere devo dire che sono poco acculturato, ma molti dischi mi suonano familiari, quindi non immagino chi invece li ha vissuti cosa può provare in questi momenti. Tra i dischi suonati in questi momenti, me ne viene in mente uno su tutti: The Beloved – “Sweet harmony”. Sì, perché con la sua dolcezza mi ha segnato. Anche se non è certo il genere dei cosiddetti “pestoni” Eurodance, rappresenta un disco veramente unico nel suo genere.
Dopo momenti introduttivi di Dance e House dei primi anni ’90, intervallati da Pop, finalmente verso le 24 ma forse anche un po’ prima, entra in scena la super Dance !!!! E lo dicono anche al microfono Alex e Max. Da questo momento solo e unicamente Dance, Dance, Super Dance !! Ed in particolare, prima una bella carrellata della fine anni ’90 e l’anno 2000, con i dischi a noi più cari, soprattutto Eiffel 65, Gigi D’Agostino, Paradisio, The Tamperer. Tutti dischi, insomma, che abbiamo ballato e straballato, ed è giusto che costituiscano parte integrante di questa selezione. In questi momenti in cui la serata si sta veramente scaldando, numerosi sono i saluti dal microfono a Emperor Absolutus e al forum Dance anni ’90, e di questo ringrazio veramente Max e Alex, perché ci fanno sentire continuamente che non si dimenticano mai di noi.
Verso le 24,30, è finalmente il momento del primo grande ospite. Si tratta della dolcezza di Kim Lukas. Naturalmente, io, Gilberto e Stefano siamo in prima linea, sotto il palco, in particolare The Big G è già pronto con il suo telefonino per fare le foto, ma soprattutto i video di ricordo. Capirete, forse dei tre presenti Kim è la sua artista preferita. E devo dire che anche io sono molto sensibile alla sua dolcezza e alla melodia che scaturisce dai suoi brani. I primi due brani cantati sono “Let it be the night” e “All I really want”, due dischi indimenticabili, remixati entrambi dagli Eiffel 65. E sono proprio le versioni degli Eiffel 65 che hanno spopolato, e hanno reso celeberrimi questi due dischi. Veramente unico poi, cosa Kim ci comunica sul palco, un equilibrio tra dolcezza ed energia. Pur essendo melodiche le sue canzoni, riesce ad esprimere una carica stupenda. Il pubblico, non so come dire, è quasi “incantato” da tutta questa bellezza. Una bellezza che sicuramente non si può trovare se non in queste canzoni. In questi momenti veramente noto tutto l’entusiasmo di The Big G, nel suo volto si nota tutta l’importanza di questo momento. Non molla un attimo la presa dal suo telefono per riprendere ogni attimo. E come dargli torto. L’emozione ormai ha preso il sopravvento. Dopo i due dischi che l’hanno resa famosa, il “seguito” del 2001, ovvero “To be you”, un disco forse che non ha raggiunto lo stesso successo dei due precedenti, ma ha una bellezza del tutto particolare intrinseca. Soprattutto, ancora una volta conferma quanto sia straordinariamente delicata e dolce questa artista. Perfetta, devo dire, anche l’illuminazione, lo vedrete dalle foto.
Dopo la straordinaria esibizione di Kim, un momento per me pazzesco, indimenticabile. Come una bomba, arriva il disco di Corona “The rhythm of the night”. Capisco che questo è l’inizio ufficiale della Eurodance di metà anni ’90, infatti questo è il primo disco di questo genere, arrivato come un fulmine a ciel sereno, mi ha squartato dentro in quel momento. Impossibile dimenticare quel momento. L’ho attesa, la Eurodance, l’ho aspettata, ma poi è arrivata, così, senza preannunciarsi, in tutta la sua potenza. Infatti, come immaginavo, a Corona fanno seguito altri bellissimi dischi, come Dj Miko con “What’s up”, La Bouche con “Sweet dreams”. Insomma, la crem de la crem della serata. Per me è questa. Da questo momento la serata ingrana, per me, la marcia più alta che può ingranare. Però attenzione, perché poi avrò altre incredibili sorprese in merito..
Dopo questo primo, e ripeto primo spazio Eurodance, finalmente è il momento del secondo super ospite della serata, è Nathalie dei Soundlovers !!!! Di lei, quello che subito salta all’occhio, è l’incredibile carica. I dischi dei Soundlovers, uno più bello dell’altro. Un incredibile repertorio sviluppato tra la fine degli anni ’90 e l’inizio degli anni ’90, ma fino direi al 2004, quando ancora uscivano dischi come “Hyperfolk”. Purtroppo il tempo a disposizione non consente di cantare proprio tutti i dischi, allora bisogna concentrarsi su quelli più rappresentativi. E allora, ecco che Nathalie con tutta la sua potenza ci canta i successi che ricordiamo come le nostre tasche, da “Walkin’” del 1999, a “Surrender” del 1998. Soprattutto “Surrender”.. è stato il loro successo di lancio. Era l’estate 1998, ma chi non se lo ricorda ??!! Chi non lo ha mai ballato ?? Era presente in tutti i canali allora disponibili, dalle radio, alle tv, alle discoteche. Era presente in tutte le compilation dell’estate. Come si fa a non ricordare?? Anche “Walkin’” del 1999 aveva avuto un successo clamoroso. Ma oltre a questi cult, per fortuna Nathalie ci canta anche due altri super dischi, che sono “Wonderful life” e “Abracadabra”. In particolare “Abracadabra”, direi che è in perfetto clima con Halloween, per chi lo festeggia, perché parla di magia. In effetti, questa serata è pura magia, non c’è che dire. E’ impressionante che a distanza di quasi 20 anni la carica e l’energia siano rimaste immutate, quelle di allora. Ero già rimasto impressionato nel 2007, alle prime serate, quando erano passati solo 10 anni da questi successi, “solo” si fa per dire. Ma ora, di anni ne sono passati 20. Ma per questi artisti sembra che gli anni non passino mai. Sia Kim che Nathalie, mi sembrano uguali a 10 anni fa, a 20 anni fa. Insomma.. avranno mica bevuto l’elisir della giovinezza? Magari è proprio la loro musica l’elisir. Diciamo tra le due artiste, Kim Lukas si caratterizza per la delicatezza, Nathalie invece per la potenza. A volte durante la sua esibizione rimango impressionato dalla carica dei suoi occhi. E’ allucinante. Per me, Nathalie è l’artista che più di tutte nello sguardo esprime carica.
Dopo la fantastica esibizione di Nathalie, andiamo finalmente a scattare un po’ di foto al loro tavolino vicino al palco, comprensibilmente affollato. Affollato di tutti i fan, che, come noi, vogliono una foto ricordo con queste eminenti personaggi, magari a differenza mia è la prima volta che hanno l’opportunità di farla, quindi giustamente hanno la precedenza.
In questi momenti sulla pista, vedo finalmente anche l’amico Michele, che molto gentilmente ci aveva dato le istruzioni per la strada. Sapete, sembra quasi che per una straordinaria concomitanza di eventi, stiamo ripercorrendo i tempi passati, perché le uniche volte che avevo visto gli USURA stasera presenti, è stato proprio quando nel lontano 2007 Michele mi aveva accompagnato in questa maestosa discoteca che era il Dyamantik. Ora ci sto pensando. E’ veramente curioso. Sembra che a volte il passato ritorni. Ormai diventato un uomo con la sua compagna, allora ragazzo, Michele ci accompagna davanti al palco nei momenti che intercorrono tra le esibizioni.
Dopo la superba esibizione di Nathalie usciamo un attimo dalla sala per fare riposare le orecchie, un po’ stordite dalla potenza di questo suono (c’è da dire che noi siamo sempre stati attaccati alle casse). Però, lo ribadisco ancora una volta in caso che non fosse ancora chiaro, nulla da dire sulla qualità dell’audio, veramente eccelsa. Un’acustica e un impianto veramente fenomenali, come del resto Alex B mi aveva anticipato via Whatsup nei giorni prima. Forse, è proprio in questi momenti in cui siamo usciti temporaneamente dalla sala, che comincio a stupirmi veramente della selezione musicale. Quando sembrava che avesse raggiunto il top con i dischi di prima, in realtà il meglio deve ancora venire. E’ una continua sorpresa. Anche se siamo poco fuori, sentiamo chiaramente dischi come.. THE SUMMER IS MAGIC !!!! Sembra incredibile, ma sapete da quanto non la sentivo in una serata 90?? Pur essendo famosissimo, per qualche strano motivo, si tende a snobbare questo disco, ma in realtà è uno dei TOP veramente tra quelli famosi dell’epoca. Poi a seguire arrivano anche altri successi di Corona, oltre a BABY BABY, ed infatti tante volte mi sono chiesto quando avrei avuto l’opportunità di ballare altri dischi suoi che non siano la solita THE RHYTHM OF THE NIGHT. In questi frangenti arriva anche RHYTHM IS A DANCER.. insomma, si esagera. Si esagera veramente. Anche se non siamo più davanti al palco, sentiamo tutto distintamente, e ci rapisce. Incredibile. Io personalmente sono rapito sia dalle ragazze bellissime che entrano ed escono, purtroppo accompagnate, che dai dischi bellissimi suonati da Alex B e Max Zuleger. Questi dischi non sono come le donne o gli uomini, questi dischi non ti tradiscono e non deludono mai.
In questi momenti ci saluta Cristiano dei 2  Thousand, che decide quindi di andare via in anticipo probabilmente per intraprendere più tranquillamente il viaggio di ritorno (da quello che ho capito, lui non ha prenotato albergo!!! Quindi te credo!!!).
La nostra assenza dal palco comunque è del tutto temporanea, perché sappiamo bene che manca all’appello il terzo grande ospite, questa volta una formazione. Si tratta come predetto degli USURA, e quando li sentiamo annunciare ci precipitiamo nuovamente sotto il palco, nonostante le orecchie ancora stordite. Gli USURA tra gli ospiti presenti rappresentano per me i portatori dello stile musicale a me più caro, quello della metà degli anni ’90. Innumerevoli sono i dischi, che si dividono tra quelli loro del gruppo e i loro remix.
Anche qui, devo esprimere stupore nei confronti dell’energia che riescono a emanare, tra i musicisti e la cantante Lisa. Scatenatissimi. E poi, e poi.. io ero convinto che si limitassero a cantare i loro dischi veri e propri.. Dopo “Open your mind”, caratteristico dell’inizio degli anni ’90, rimango estasiato quando sento le prime note di “Drive me crazy”, il loro disco cantato da Nicole nel 1994. Ma sì, perché per me questo disco è il top, ed è veramente al numero 1 delle mie preferenze. Lo è sempre stato. Troppo bella la melodia del sintetizzatore. Già solo questo disco per me vale quanto un’intera esibizione, una perla, veramente. Non avrei potuto chiedere di più. Ma non è mica finita qui in realtà.. perché in effetti non avevo pensato che potessero suonare anche una panoramica di quelli che sono i loro remix, e non solo le loro produzioni vere e proprie. Quindi con mio grande stupore, arrivano in successione dischi come Jinny “Feel the rhythm”.. queste sono veramente delle perle per me.. anche se sono famose, sono di una bellezza innegabile e indubbia. La mia felicità musicale però schizza ulteriormente alle stelle quando addirittura ci vengono proposti i dischi di Silvia Coleman.. da brivido proprio. Io solo dopo mi sono reso conto che anche questi dischi sono stati prodotti dagli USURA, e non erano neanche i remix, erano proprio le versioni ufficiali. Tutto veramente fantastico. Come se volessero proprio darci il colpo di grazia, arriva poi la bomba, il disco che forse tutto il mondo di loro si ricorda, il loro cavallo di battaglia. Solo poche parole, imponenti, importanti, lo preannunciano, “USURA.. Datura.. insieme.. amigos”. Ecco, queste poche parole, che però aprono un universo. Un disco dalla potenza estrema. In effetti, anche se i Datura non sono presenti stasera, non possono omettere di proporlo. Infatti, il pubblico e visibilmente sconquassato. E ti credo !! Poi, per finire, arriva il remix di Vasco Rossi “Delusa”, questo è proprio un loro remix, ma ottimamente realizzato. E naturalmente il pubblico si ricorda tutto, il vero pubblico degli anni ’90, perché questi sono stati tutti inni.
Quindi, un’esibizione dal valore aggiunto, questa degli USURA. Veramente un qualcosa per cui valga la pena pagare il biglietto. Naturalmente se ne vanno tra mille applausi, ma è giusto, perché davvero questo è un mini concerto, più che un’esibizione. E soprattutto, ci ha dato una valida ripassata su cosa sia stato questo gruppo, e sul fatto che molti dischi che noi sentiamo, sono loro produzioni e magari neanche lo sappiamo.
Dopo quest’altra incredibile esibizione, abbiamo bisogno di far riposare ancora un po’ le orecchie, quindi usciamo dalla sala, pur mantenendo le orecchie tese alla consolle per percepire i dischi meravigliosi che vengono ancora suonati, nonostante ormai siamo nella seconda parte inoltrata della serata. Devo dire che vengo ulteriormente shocckato.. perché quando pensavo che alle 3 la serata volgesse ormai al termine, i dischi fossero più tranquilli, che ormai bene o male quello che aveva da esprimere l’ha espresso.. NO !!!! Forse la parte per me più bella arriva proprio ora.. delle autentiche bombe che non pensavo mai sarebbero state suonate, le sento ora. Fa un effetto devastante. Ma sentite un po’: innanzitutto risento i dischi di Einstein Dr Deejay. Anche questo è un grande artista che ho avuto l’onore di conoscere alla mitica serata al Dyamantik di 10 anni fa in cui c’era anche Michele. Sembra quasi farlo apposta !! Tutto ritorna !! Poi arriva un altro disco per me allucinante, tanto è bello.. si tratta di HYMN dei Cabballero.. anche questo, un disco che ha avuto un enorme successo nel 1994, ma per non so quale motivo tende ad essere snobbato nelle serate anni ’90. Forse perché i dj non vogliono rischiare con il loro pubblico, allora si affidano ai soliti 4 dischi sentiti e risentiti. Ma io l’ho sempre saputo: Alex B e Max Zuleger sono due Dj CON LE PALLE. E con una pista ancora stra piena, trovano lo spazio per deliziarci con questi dischi di inaudita potenza. Veramente pazzesco. PAURA !! Complimenti !! Mi salgono i brividi anche se non sono proprio dentro la sala in questi momenti !!
Quando la serata si avvia, ma molto lentamente, alla conclusione, troviamo anche l’ospitalità del proprietario del ristorante che ci offre un caffè corretto, un’occasione per parlare di noi, della nostra attività con la promozione del genere musicale. Un momento di relax, forse ci vuole, perché tanto ci siamo scatenati, tanto abbiamo perso la voce urlando. Almeno, io me ne accorgo solo ora di averla persa. Prima ero troppo preso. Tra l’altro non pensavo neanche che ci fosse ancora qualcuno al bar, alle 3,30 di notte. Invece era ancora tutto acceso, dal bar, alle sale sopra. Tutto questo è segno che anche dallo Staff del Belvedere questo evento è stato vissuto appieno.
Trascorriamo gli ultimi momenti seduti sui bei divani all’angolo del salone, assaporando gli ultimi dischi proposti, che continuano ad essere decisamente forti. In particolare, c’è anche spazio per la Progressive, ed in particolare ci sono dei dischi che prendono molto The Big G che è amante del genere, molto di più di quanto lo sia io. Ormai la pista si sta svuotando, la gente sta andando via, ma è logico, sono le 4 ormai, il locale deve chiudere. Dopo i saluti, come da tradizione, i cori ed i fischi dei presenti “L’ultimo, l’ultimo”, “Noi non ce ne andiamo se non metti l’ultimo”, che devo dire ci stanno tutti, anche perché fanno parte del clima e dei ricordi degli anni ’90.
Ed è così, che alle 4 del mattino, la sala ritorna ad avere la stessa illuminazione dell’inizio. Il pubblico è defluito tutto e come nelle migliori tradizioni della 90 IS MAGIC, Emperor Absolutus ed il suo gruppo sono ancora lì, irriducibili, incuranti delle pressioni dei buttafuori che esortano ad uscire, che anche stavolta ci sono state, ma va bene così, perché anche questo fa parte della tradizione della 90 IS MAGIC. Cercate di capire.. Tutto questo contribuisce a far vivere veramente fino in fondo tutto questo clima. Addirittura, mi riferiscono The Big G e Triack che il buttafuori li ha esortati ad andare via ma poi si sono ritrattati quando hanno detto loro di essere nel mio gruppo. Quindi, ricevo indicazione dal proprietario del bar su dove trovare la scala per poter staccare lo striscione, che purtroppo dalla seconda parte della serata era caduto per metà dal muro, ma pazienza, è stato su nei momenti migliori. Dopo aver ripristinato il rotolo con l’aiuto dei miei due compagni, ci avviamo quindi verso la consolle per le ultime foto e gli ultimi saluti, momenti in cui abbiamo modo di esprimere tutto il ringraziamento e l’ammirazione verso questi due Dj che veramente hanno organizzato tutto come sempre a livelli da perfezione. Soprattutto, abbiamo modo di esprimere la preziosità di questo evento, l’importanza. Secondo me, hanno fatto qualcosa di ancora più grande di quanto loro stessi possano immaginare. E da parte di Max e Alex, come sempre, trapela un grande affetto per me, che ancora una volta li ho onorati della traversata della Pianura Padana per assistere al loro evento.
Ed è così, che dopo un saluto anche agli altri dello Staff sia della 90 IS MAGIC sia del ristorante, ci avviamo pienamente soddisfatti alla nostra macchina, che nel frattempo si è appannata un po’. La temperatura segna 5 gradi, e io sono solo con la maglietta del forum danceanni90, senza neanche una canottiera sotto. Ma nel momento in cui scrivo questa recensione, è già passata quasi una settimana e a quanto pare sono scampato a malanni. Ritorniamo quindi al nostro albergo, dove è tornata la luce (ma ci avevano detto che il danno sarebbe rientrato in un’ora prima di andare via, solo che naturalmente noi non potevamo aspettare così tanto). Tra l’altro sono riuscito ad avere anche il box per la macchina, un’ulteriore sicurezza che male non fa.
Arrivati in camera, praticamente crolliamo dal sonno quasi subito, quindi rimandiamo alla mattina qualsiasi cosa come preparativi per la partenza e doccia.
Come era prevedibile, la mattina dopo, decidiamo di saltare la colazione in albergo, in cui molto probabilmente avremmo incontrato anche le star Nathalie e Kim, per dormire di più. In effetti ne abbiamo tutti bisogno, perché siamo onestamente stanchi nonostante la carica che abbiamo in corpo. Ci aspetta un altro bel viaggione. Sveglia verso le 11, doccia, preparazione borsa. Poi check out e consegna chiavi del box e della camera in reception.
Il viaggio di ritorno procede tranquillo, tra grandi dischi Dance del presente e grandi dischi Eurodance del passato. Pranziamo in un autogrill in cui c’è anche servizio ristorante, e di una certa qualità.
Dopo mangiato, spazio nuovamente alla musica, in particolare riproponiamo il mitico Novantescion Euromix numero 2, una realizzazione ormai di più di 10 anni fa, ma che rappresenta un concentrato di quelli che sono i dischi più potenti anche non famosi del panorama Eurodance dal 1993 al 1996. Ho deciso di proporre questo perché sapevo bene che avrei inquadrato perfettamente i gusti sia di Stefano che di Gilberto, ed infatti sono arrivati poi solo complimenti. Il megamix ci accompagna nel viaggio tra Venezia e Milano, facendoci superare agevolmente anche le brevi code che si formano lungo il percorso, probabilmente per i vacanzieri che ritornano dal ponte del 1 Novembre.
E dopo questa incredibile avventura, verso le 17 del 1 novembre siamo di nuovo a Milano, nello stesso identico punto da cui siamo partiti tutti insieme esattamente un giorno e 3 ore prima. In realtà siamo qui di nuovo principalmente per una questione di comodità dei mezzi pubblici per Stefano e Gilberto, e poi anche per permettere a Gilberto di gustare il prelibato gelato di Massimo, proprio vicino a dove lavoriamo, considerato da molti il gelato più buono di Milano. Dopo aver preso le loro cose dalla macchina ed esserci salutati, Stefano e Gilberto vanno via un po’ di corsa a causa dell’orario dei treni Milano – Lecco un po’ stretto. Anche io, dopo un breve momento di pausa, mi incammino verso casa, facendo sosta a mangiare all’autogrill di Novara per la cena. Tra una cosa e l’altra, arriverò a casa per le 21,30, accompagnato da altri dischi novantici nel tratto solitario percorso da Milano a Torino.
12 ore di viaggio, 1200 km percorsi in due giorni. Più o meno queste sono le cifre. Ma sapete cosa vi dico? Che se mi dicessero che domani c’è di nuovo la 90 IS MAGIC, io lo rifarei, due, tre, quattro volte, finchè questa fantastica iniziativa è realtà. Sapete, quando nel 2009 Alex e Max mi avevano detto che la 90 IS MAGIC non avrebbe più avuto luogo, non riuscivo a crederci. Non mi capacitavo proprio. Per me è sempre stata qualcosa di troppo importante, appunto una bandiera, un riferimento. Voi come vi sentireste se venisse meno un vostro riferimento? Vi sentireste spaesati e disorientati. Così mi sono sentito io. E quel che è peggio è che a poco a poco in cuor mio, era venuta anche meno la speranza che tornasse, perché vedevo che passavano i mesi e gli anni, ma non c’era nessuna notizia di un ritorno dell’evento. Molto triste. Tutto questo fino a Settembre 2016, una notizia sconvolgente, lo ripeto di proposito sia all’inizio che alla fine di questa recensione. Una speranza riaccesa nei nostri cuori, che si è trasformata alla fine nella celebrazione delle celebrazioni. E’ stato il trionfo dell’amicizia e della gioventù, oltre che della musica. Ha rafforzato i nostri rapporti, le nostre convinzioni, le nostre sensazioni. Ci ha restituito un punto di riferimento che era assente da 7 anni. Certo, in questi anni le persone sono cambiate, e se non le persone, le vite delle persone. Le persone di adesso non possono essere le stesse identiche di 7 anni fa, ma quello che è rimasto intatto è.. lo spirito. Ecco, per concludere, vorrei lasciare questo messaggio: le persone cambiano, le vite spesso si complicano, gli anni passano per tutti. Però, quello che nel tempo non deve mutare, è lo spirito. Nessuno potrà mai impedirci di sentirci giovani dentro, e nel momento in cui vogliamo smettere di farlo, vuol dire che in noi è venuta meno qualche speranza. Così non deve essere. Come 10 anni fa per noi la 90 IS MAGIC era l’evento, così lo è anche adesso. Tutti siamo invecchiati di 10 anni, ma non sento assolutamente nessuna differenza tra quello che provo ora e quello che provavo 10 anni fa, anzi, sento in me ancora più forte la convinzione e l’importanza di tutto questo, proprio perché ora anche per me la vita è più complicata di allora, sento quanto sia importante la carica che tutto questo può infondere su di noi.
Grazie mille a tutti quelli che hanno collaborato e partecipato per rendere realtà questa magia, ma grazie soprattutto ai miei carissimi compagni di viaggio Stefano e Gilberto che fin dall’inizio non ci avete pensato due volte, non avete esitato neanche per un attimo, nel volermi accompagnare. E grazie di cuore ad Alex B e Max Zuleger, perché hanno trovato il modo di far ritornare la magia che francamente solo loro possono realizzare in questo modo, nessun altro che loro.
« Ultima modifica: Novembre 06, 2016, 18:49:37 pm da Emperor Absolutus »
-- :: THE ITALIAN SUPEREURODANCER :: --