Sondaggio

C'E DIFFERENZA MUSICALE TRA DREAM DANCE E PROGRESSIVE?

LA DREAM E' UN SOTTOGENERE DELLA PROGRESSIVE
LA DREAM E' UN SOTTOGENERE DELLA TRANCE

Autore Topic: Definizione Di Dream Music  (Letto 16324 volte)

Offline angelorosso

  • Newbie
  • *
  • Post: 6
    • E-mail
Definizione Di Dream Music
« il: Ottobre 03, 2008, 00:08:07 am »
Ciao a tutti, sono un nuovo utente,
saluto tutti i patititi della dance dream music anni'90. :applausi:

Ho visto che su wikipedia non esiste la definizione della dream dance music, (ed è un peccato) genere della metà anni '90, il migliore! :dj:
 
Quindi provo a farlo io, spero che condividiate la descrizione, (poco piu' sotto), se siete o non siete daccordo con quello che ho scritto attingendo dal topic del messaggio della dream lanciato negli anni '90 commentate, se volete aggiungere cose interessanti sul mio abbozzo di ricerchina fate pure! .up:

Ho pensato di metter qui quello che ho scritto perchè chi meglio di voi sa di questo? :bravo:


DREAM MUSIC

Sottogenere musicale dance europeo nato a metà degli anni '90 (fine 1995 – 1998) unendo sonorità elettroniche come techno e trance assieme, con una melodia suonata con il pianoforte e altri effetti come cori fatti dal sintetizzatore.

Tecnicamente gli effetti speciali di questo genere sono oramai superati, ma il ritmo techno rimane nell'idea e nell'espressione ancora oggi all'avanguardia.
Basta pensare a melodie come quella di Stefano Di Carlo dove i sintetizzatori eseguivano un tema che sembra musica classica da cm'è pomposo ma sempre unito ad effetti elettronici.

Questo genere viene spesso confuso con la progressive dance degli anni '90 dalla quale si differenzia per la melodicità.

Gli autori di questo genere tra cui il pezzo piu' noto è Children di Robert Miles, (fortunato singolo piu' trasmesso dalle radio nel 1996) compongono canzoni con uno stile d'atmosfera “sognante”, (da qui l'appellativo dream) “astrale” e “cosmico” ed un modo di fare musica che sembra provenire dal futuro.
L'atmosfera musicale non è solo tecnologica, soprattutto quasi spirituale.

E' proprio l'intento di queste canzoni quello di far sognare o attraversare questa epoca (fine anni '90) e di proiettarci con la mente in un viaggio virtuale a bordo di un'astronave nello spazio verso un futuro prossimo che potrebbe essere quello fra 30-40 anni, dove l'energia e l'evoluzione tecnologica hanno portato ad una svolta e alla scoperta di nuove cose come ad esempio un contatto con nuove forme di vita, come nel caso del pezzo 2 culture in a room.


Tra gli autori di questo genere ricordiamo:

Rexanthony...



Il culto delle disco

Le discoteche della metà degli anni 90 erano dei veri e propri templi della musica club e il DJ era come uno Shamano che guidava le menti al divertimento scatenato ma sempre con un occhio all' atmofera che era cool o a volte davvero quasi spirituale.

« Ultima modifica: Dicembre 06, 2009, 18:12:44 pm da Dj80 »



Offline R@ve M@ster Dj

  • Hero Member
  • *
  • Post: 6384
  • ***Gold Dance Dj***
Re: DEFINIZIONE DI DREAM MUSIC per Wikipedia
« Risposta #1 il: Ottobre 03, 2008, 00:26:03 am »
La dream comincia qualche anno prima del 95...

In molti pensano che il creatore di questo stile sia Robert Miles... ma non è così. Questo è un estratto di una intervista a Roland Brant:

Molti ti considerano il primo che ha proposto della Progressive, ancora prima dei vari Robert Miles, Gianni Parrini e Gigi D'Agostino (solo per citarne alcuni). Ha ragione chi afferma questo?
Sicuramente sono stato il primo a proporre un genere alternativo che poi è stato ribattezzato "Dream Music" e posso quindi affermare con tutta tranquillità che alcuni dei nomi che hai citato mi hanno poi copiato spudoratamente. Ma chi non copia in discografia scagli la prima pietra!!! La "Progressive" poi è un genere troppo vasto per cui è difficile affermare chi ne sia stato il vero scopritore.


Inoltre troverai molto utile questa piccola recensione scritta in inglese. Per ora mi rompo di tradurre :D

DREAM MUSIC
It has to be clarified that Robert Miles is not the original creator of the DREAM MUSIC. Apparently this term was used for the first time by the Italian D.J. Gianni Parrini, at the end of 1993. D.J. Parrini is still the real leader of this style, but it seems he has not the luck as Robert Miles with his 'Children'. Among the first creators of this style were artists like: Adriano Dodici, Gigi d'Agostino (well known nowadays), Leonardo Rossi, and of course Gianni Parrini himself. DREAM HOUSE originally evolved from TRANCE. Usually down-beat, with soft melodic sounds (a piano is characteristic and practically a mandatory section), and a sharp pounding drum beat. It also can have a heavenly female or choir voice (e.g. Zhi-vago, DJ Dado etc). The cover-sleeves normally shows virtual landscapes, or relating to the cosmos. Frequently the dream can be fused with elements of techno or progressive music, resulting more fast with a vibrating bassline straight and running (e.g. B.B.E). This "mutated" style also got the name (e.g. PROGRESSIVE MEDITERRANEAN). Other variant of dream is called COSMIC-DREAM: it is more deep and reflexive (e.g. . Brothers Of The Coast). The main Italian labels devoted to dream music in Italy are: In Lite, Outta (both from Ala Bianca Group), Desastre (from DB One), several labels from Zac Music like Vertikal, Elite, Universal have released some stuff. Also from DiscoMagic we have the side more commercial of this style with a label just named Dream Records. Check these releases: Adriano Dodici 'Opera Dodici' (WestWard / 1993), Roland Brant 'Mastermind' (Desastre / 1994), D.J. Panda 'It's A Dream' (Outta / 1994), Robiz 'Universum' (In Lite / 1995), Gianni Parrini 'White Blow' (Drohm / 1995), Sonic Dream 'Il Sogno' (Desastre / 1995), Oscar Piatelli & Frank Vanoli 'Livin' Age' (Desastre / 1995), MC Hair 'Moonra E.P.' (Red Gate / 1995), Positive with Gianni Parrini 'Traum Remix' (UMM PR / 1995), Brothers Of The Coast 'Ouverture' (Universal / 1995) cosmic dream.


 :ciao:

Al mio segnale, scatenate l'inferno!

Offline crono 80

  • SuperModeratore
  • Hero Member
  • *
  • Post: 7927
    • E-mail
Re: DEFINIZIONE DI DREAM MUSIC per Wikipedia
« Risposta #2 il: Ottobre 03, 2008, 00:34:46 am »
direi d pinnare il topic data la sua utilità generica ed introddutiva a qsta sezione.
« Ultima modifica: Ottobre 04, 2008, 19:55:52 pm da crono 80 »
when LHCb sees
where the antimatter's gone
ALICE looks at collisions
of lead ions.
CMS and ATLAS are two of a kind
they're lookin' for whatever
new particles they can find.
the LHC acceleerates the protons and the lead,
and the things that it discovers
will rock you in the head!

Offline ♣Tommy♣

  • Moderatore
  • Hero Member
  • *
  • Post: 5635
  • Elettrochoc
Re: DEFINIZIONE DI DREAM MUSIC per Wikipedia
« Risposta #3 il: Ottobre 03, 2008, 01:29:57 am »
si rave come vedi, roland brant dice di essere stato lui, la rivista dice che è parrini... mah
che non sia stato robert miles, è chiaro, lui la solo portata alla ribalta e tutti giu a chiamarla dream forse solo perchè l'album si chiamava dreamland, quando invece è comunque progressive.
come sapete a me certe suddivisioni di genere non mi piacciono, cmq è un sottogenere della progressive che a sua volta è /può essere considerato un sottogenere trance nel senso che è chiamata trance alll'estero ma in effetti è cmq un genere a se e molto vasto.
rexanthony è techno, techno-trance al massimo, e naturalmente non basta inserire delle note di piano su un pezzo techno per farlo diventare dream. ^^
e se vogliamo fare i pignoli, ne la progressive ne la dream, sempre se vogliamo separarle, non fanno parte della dance.
son d'accordo sul fatto che era tutto basato sulla fantascienza e sulla spiritualità, ma non c'è bisogno di farsi troppi viaggi sui nomi dei progetti secondo me.  :ciao: :ciao:

Offline Barrux

  • Dancing Mountain
  • Hero Member
  • *
  • Post: 7182
  • vai vai vai,e non fermarti mai!!
Re: DEFINIZIONE DI DREAM MUSIC per Wikipedia
« Risposta #4 il: Ottobre 03, 2008, 07:51:06 am »
Sono d accordo tommy....  :sisi:  .up:
Siamo noi,siamo solo noi quelli che...quelli che non hanno età e comunque andrà non si fermeranno mai!!

Offline angelorosso

  • Newbie
  • *
  • Post: 6
    • E-mail
Re: DEFINIZIONE DI DREAM DANCE per Wikipedia
« Risposta #5 il: Ottobre 03, 2008, 13:06:55 pm »
Grazie amici per il vostro parere che ci aiuta a capire piu' questo bel genere che sta per essere dimenticato.

Grazie di aver messo questo mio sforzo nella sezione topic importanti. :bravo:

Quindi mi sa di capire che va aggiunto che il suo fondatore è Roland Brant che già dalla fine anni '80 ha iniziato a fare questo genere.

E' un sottogenere sia della trance per atmosfera musicale e della progressive per la sperimentalità.

Non si classifica nella musica dance perchè non è molto commerciale e chiara alla massa, ma è ballabile, quindi va classificata solo dal punto di vista musicale.

 Condividete questa opinione? :uhm:

Secondo me la progressive non ha mai parte cantata e come atmosfera è si futuristica e non ha mai parti cantate come la dream, in piu' la dream ha quasi sempre la melodia suonata con il pianoforte elettronico.  :fischetto:
« Ultima modifica: Ottobre 03, 2008, 13:12:31 pm da angelorosso »

Offline angelorosso

  • Newbie
  • *
  • Post: 6
    • E-mail
Re: DEFINIZIONE DI DREAM MUSIC
« Risposta #6 il: Ottobre 07, 2008, 02:37:16 am »
Grandi, ringrazio da Dio rave master per l'articolo in inglese!

Ho provato a mettere a posto le informazioni e a fare una ricerca seria, secondo me dovrebbe essere così, spero vi piaccia, se non va bene correggetela!:


Dream music  :dj:



Dream music


Sottogenere musicale Europeo della musica Trance nato all'inizio degli anni '90 (1993 – 1998 all'incirca) e morto alla fine dei '90. Tocca l’apice della sua popolarità tra il 1995 ed il 1997.

In molti pensano che il creatore di questo stile sia Robert Miles con la sua Children, (fortunato singolo piu' trasmesso dalle radio nel 1996); ma non è vero: Miles non è il creatore originale della dream music, è quello che l'ha portata al successo e l'ha diffusa.
Molti pensano sia Roland Brant uno dei fondatori.

Il termine fu usato per la prima volta da Gianni Parrini, D.J. Italiano alla fine del 1993.
Parrini ancora è il vero leader di questo stile, anche se non ha avuto la fortuna di essere conosciuto da tutta la massa.

Fra i creatori di questo stile si ricordano: Adriano Dodici, Gigi d'Agostino, Leonardo Rossi, Claudio Diva e chiaramente Gianni Parrini.


Caratteristiche musicali:


Unisce sonorità elettroniche come Techno e Trance assieme.
Il ritmo Techno rimane nell'idea e nell'espressione ancora oggi all'avanguardia.

L'atmosfera musicale sembra provenire da un futuro tecnologico, sognante, (da qui l'appellativo dream) astrale e cosmico, soprattutto quasi spirituale.
All'ascolto si hanno con l'immaginazione show di panorami virtuali e viaggi virtuali relativi allo spazio e al cosmo.

E' proprio l'intento di queste canzoni quello di far sognare o attraversare questa epoca (fine anni '90) e di proiettarci con la mente in un viaggio virtuale a bordo di un'astronave nello spazio verso un futuro prossimo che potrebbe essere quello fra 30-40 anni, dove l'energia e l'evoluzione tecnologica hanno portato ad una svolta e alla scoperta di nuove cose come ad esempio un contatto con nuove forme di vita.

E' caratterizzata da suoni melodici e molli; un pianoforte è caratteristica e praticamente una sezione obbligatoria, ed un acuto martellio battuto di cassa.
 
Può avere anche effetti speciali e una paradisiaca voce di donna o di coro fatti al sintetizzatore (Es. Zhi-vago, DJ Dado...) come accompagnamento.
 
Frequentemente la dream, può essere fusa con elementi di musica techno o progressive, mentre a volte risulta più veloce con una linea di basso vibrante diritto ed in marcia (Es. pezzi dei B.B.E.).


I protagonisti:

ROLAND BRANT

Roland Brant è stato uno degli autentici pionieri della musica progressive. Storico Resident dj del Duplè, ha prodotto alcuni tra i pezzi più belli del genere:

Mastermind / Moon's Waterfool / Nuclear Sun / Hyperspace / Cosmic Rave

Insieme a Mad Bob ha poi registrato le due "Duplè Live Compilation" (1996 e 1997).


FABIO CATTANEO

Fabio Cattaneo è un dj ligure che ha ottenuto una certa fama grazie ad un progetto legato al nome "X-Form". Anch'esso ha prodotto innumerevoli dischi, alcuni dei quali veramente molto belli. Ne sono esempi:

Indian Wave / Logic System
e come X-Form: Pleasure Voyage / Hiroshima / Magnetic



Alcuni pezzi di questo genere:

Adriano Dodici 'Opera Dodici' (WestWard / 1993)
Roland Brant 'Mastermind' (Desastre / 1994)
D.J. Panda 'It's a Dream' (Outta / 1994)
Robiz 'Universum' (In Lite / 1995),
Gianni Parrini 'White Blow' (Drohm / 1995)
Sonic Dream 'Il Sogno' (Desastre / 1995)
Oscar Piatelli & Frank Vanoli 'Livin' Age' (Desastre / 1995)
MC Hair 'Moonra E.P.' (Red Gate / 1995)
Positive & Gianni Parrini 'Traum Remix' (UMM PR / 1995)
Brothers Of The Coast 'Ouverture' (Universal / 1995)
Bonshan kahn - Mediterraneo feat. Franchino
Film a cores - Franchino
Fabula - Eleven feat. Mr.Fudo
Fantasy is creation - Fabietto dj
Forest dream - Dream crasher
Harmonic Groove - Kill Joy
History – Valez & Luca Antolini
I love devotion - Gianni Parrini
It makes me mad - Andrea Giuditta (Gianni Parrini Rmx)
L'arcano incantatore - Prophecy
Lost in love (33rpm) - Legend B
Nightfall - Jhopolaris
On the road - Eta Beta J
Outside world - Sunbeam
Platform one - Expression X
Saturday night - Paolo Ferrari & Andrea Giuditta
Sound of E - Mister Hyde
Strange - Interfront
Symphonico - Giacomo Orlando
The age of love - Age of love
The dark of the moog III part.IV - Andrea Giuditta
Wakan - Robert DD
What is love - Ricky Effe
Afflitto - Fiocco
Astrosyn - The Montini Experience
Dream universe - C.M.
Emotional vibe - Lello B
Enchanted - Lotus eye
Enjoy - Alex Castelli
Free your mind - Olimpo
Grand Piano - Dj Data
I will find you - Clannad feat. Stefano Bratti
In Africa - Piano Negro
Love in the wind - Adriano Dodici
Natural love - Money Penny
Nature - Earl of Locsley
Nebulosa - Trilogy
Night dream - Destiny
Singularity (Fabietto Rmx) - Brainchild
Sonda Futura - Mr. Beach
The last of the mohicans (Gianluca Erre Mix) - Mystico
Universal love - Natura born grooves
Vyger - Z100
Whitelight - Ricci & Fabietto Dj
Work - House Pimps


ROBERT MILES
Children / Fable

JK LLOYD
Marines / Onirika/ Nightfall - Johpolaris (JK Lloyd Rmx) / Titanic - Lochness (JK Lloyd Rmx)

ALEX REMARK
Nephertity / Pyramid / The event

LELLO B
Clear world phase one / Passion of love / Shining rain

NYLON MOON
Heartage / Sky plus

ALTRI
Dreamwawes - Marco Bailey / Eternally - Quadran / Metropolis - Dj Dado / Struggle for pleausure - Symphonia / The sheltering sky - F. Farfa & J. Kitikonti


I sottogeneri:

Questo genere poi subì una mutazione di denominazione, si chiamò anche Mediterranean progressive.

Si tratta di un sottogenere della dream music nato dall’estro di Gigi D’Agostino e poi sposato da molti altri D.J., principalmente Italiani.


Alcuni particolarmente significativi:

GIGI D’AGOSTINO
Fly / Happily / Android remix / Gigi’s violin / New year’s day / Elektro message
(Questi e molti altri si possono trovare negli album “Gigi D’Agostino”, “Le voyage’96” e “Le voyage 96 estate”).

MARIO PIU’
Mas experience / Elisir / Dedicated

MAURO PICOTTO (aka R.A.F. by PICOTTO)
Ocean whispers / Bakerloo symphony

COLLABORAZIONI
Angels’ symphony (G.D’Agostino e M.Picotto)
No name (M.Più e M.Picotto)

ALTRI
First mission – Ricky le Roy
Double Pleausure - Bismark


L'Altra variante della dream é stata chiamata Cosmic dream: è più profonda e riflessiva (es. Brothers Of The Coast).



Le etichette italiane:

Le etichette italiane principali dedicate a questa musica in Italia sono: In Lite, Outta (ambedue da Ala Bianca Group), Desastre (da DB Uno), molte etichette da Zac Music come Vertikal, Elite, Universal hanno rilasciato della roba. Anche da DiscoMagic noi abbiamo solo il lato più commerciale di questo stile con un'etichetta che chiamò Dream Record.


Il culto delle disco

Le discoteche della metà degli anni 90 erano dei veri e propri templi della musica club e il DJ era come uno Shamano che guidava le menti al divertimento scatenato ma sempre con un occhio all' atmofera che era cool o a volte davvero quasi spirituale.

Questo genere rende celebri I locali quali Duplè (Serricciolo di Aulla), Jaiss (Sovigliana, Empoli), Ultimo Impero (Airasca, Torino), Insomnia (Ponsacco, Pisa), Cocoricò (Riccione) etc…
« Ultima modifica: Ottobre 07, 2008, 03:10:52 am da angelorosso »

Offline Barrux

  • Dancing Mountain
  • Hero Member
  • *
  • Post: 7182
  • vai vai vai,e non fermarti mai!!
Re: DEFINIZIONE DI DREAM MUSIC
« Risposta #7 il: Ottobre 07, 2008, 08:44:36 am »
Buona definizione!  :thumbsup:
Però secondo me è abbastanza difficile andare nel preciso a scindere techno,trance,progressive e dream...  :drop:
Siamo noi,siamo solo noi quelli che...quelli che non hanno età e comunque andrà non si fermeranno mai!!

Offline crono 80

  • SuperModeratore
  • Hero Member
  • *
  • Post: 7927
    • E-mail
Re: DEFINIZIONE DI DREAM MUSIC
« Risposta #8 il: Ottobre 07, 2008, 19:30:41 pm »
i pezzi citati spaziano dalla progressive classica, alla dream alla acid-progressive alla minimale  :bravo:
when LHCb sees
where the antimatter's gone
ALICE looks at collisions
of lead ions.
CMS and ATLAS are two of a kind
they're lookin' for whatever
new particles they can find.
the LHC acceleerates the protons and the lead,
and the things that it discovers
will rock you in the head!

Offline ♣Tommy♣

  • Moderatore
  • Hero Member
  • *
  • Post: 5635
  • Elettrochoc
Re: DEFINIZIONE DI DREAM MUSIC
« Risposta #9 il: Ottobre 07, 2008, 23:10:32 pm »
la definizione che hai scritto ora mi piace molto di più  :thumbsup: :thumbsup: :) :r0x:
la confusione viene fuori con l'elenco di artisti e canzoni.
alcune volte le differenze sono talmente minime che fare una distinzione non ne vale la pena.
come ha detto crono molti pezzi che hai scritto non sono dream ma solo progressive o, ne hai messi alcuni che sono trance, altri solo techno, che magari veniva suonati assieme nelle serate, ma che se vuoi fare un elenco preciso non centrano niente.
c.m., sunbeam, fiocco, age of love, legend b sono trance, montini experience non saprei dire, è un po' un misto.. in questo forum andrebbe sotto rave.
world inside the music-it's a dream, prophecy, fabietto dj, eta beta ricky effe, wakan, lello b, giuditta, anotlini etc etc sono progressive..
natural born grooves possiamo dire che è progressive house?
anche interfront è difficile da definire...secondo me è techno, è del 90 mi pare

Offline angelorosso

  • Newbie
  • *
  • Post: 6
    • E-mail
Re: DEFINIZIONE DI DREAM MUSIC
« Risposta #10 il: Ottobre 07, 2008, 23:47:46 pm »

Grazie a tutti, ragazzi che avete apprezzato il mio sforzo, comunque ci lavorerò sopra ancora  :uhm:
 
quello che conta nei titoli penso sia non mettere cose commerciali, l'importante è fornire un elenco di pezzi che siano del filone progressive e derivazioni, si, dovrei solo infilare quelli della dream, quelli belli man mano e riascolterò tutte andando a vedere anche su discogs per capire le sfumature giuste e classificare i pezzi in modo giusto, visto che come dite il genere è vasto!  :caffe:

Offline SlayTek

  • Full Member
  • *
  • Post: 204
  • Forever in Trance...
Re: DEFINIZIONE DI DREAM MUSIC per Wikipedia
« Risposta #11 il: Dicembre 11, 2008, 21:47:55 pm »
La dream comincia qualche anno prima del 95...

In molti pensano che il creatore di questo stile sia Robert Miles... ma non è così. Questo è un estratto di una intervista a Roland Brant:

Molti ti considerano il primo che ha proposto della Progressive, ancora prima dei vari Robert Miles, Gianni Parrini e Gigi D'Agostino (solo per citarne alcuni). Ha ragione chi afferma questo?
Sicuramente sono stato il primo a proporre un genere alternativo che poi è stato ribattezzato "Dream Music" e posso quindi affermare con tutta tranquillità che alcuni dei nomi che hai citato mi hanno poi copiato spudoratamente. Ma chi non copia in discografia scagli la prima pietra!!! La "Progressive" poi è un genere troppo vasto per cui è difficile affermare chi ne sia stato il vero scopritore.


Inoltre troverai molto utile questa piccola recensione scritta in inglese. Per ora mi rompo di tradurre :D

DREAM MUSIC
It has to be clarified that Robert Miles is not the original creator of the DREAM MUSIC. Apparently this term was used for the first time by the Italian D.J. Gianni Parrini, at the end of 1993. D.J. Parrini is still the real leader of this style, but it seems he has not the luck as Robert Miles with his 'Children'. Among the first creators of this style were artists like: Adriano Dodici, Gigi d'Agostino (well known nowadays), Leonardo Rossi, and of course Gianni Parrini himself. DREAM HOUSE originally evolved from TRANCE. Usually down-beat, with soft melodic sounds (a piano is characteristic and practically a mandatory section), and a sharp pounding drum beat. It also can have a heavenly female or choir voice (e.g. Zhi-vago, DJ Dado etc). The cover-sleeves normally shows virtual landscapes, or relating to the cosmos. Frequently the dream can be fused with elements of techno or progressive music, resulting more fast with a vibrating bassline straight and running (e.g. B.B.E). This "mutated" style also got the name (e.g. PROGRESSIVE MEDITERRANEAN). Other variant of dream is called COSMIC-DREAM: it is more deep and reflexive (e.g. . Brothers Of The Coast). The main Italian labels devoted to dream music in Italy are: In Lite, Outta (both from Ala Bianca Group), Desastre (from DB One), several labels from Zac Music like Vertikal, Elite, Universal have released some stuff. Also from DiscoMagic we have the side more commercial of this style with a label just named Dream Records. Check these releases: Adriano Dodici 'Opera Dodici' (WestWard / 1993), Roland Brant 'Mastermind' (Desastre / 1994), D.J. Panda 'It's A Dream' (Outta / 1994), Robiz 'Universum' (In Lite / 1995), Gianni Parrini 'White Blow' (Drohm / 1995), Sonic Dream 'Il Sogno' (Desastre / 1995), Oscar Piatelli & Frank Vanoli 'Livin' Age' (Desastre / 1995), MC Hair 'Moonra E.P.' (Red Gate / 1995), Positive with Gianni Parrini 'Traum Remix' (UMM PR / 1995), Brothers Of The Coast 'Ouverture' (Universal / 1995) cosmic dream.


 :ciao:



Queste sono informazioni utili. Ben fatto nel portare il topic in primo piano!

Offline dreamland

  • Full Member
  • *
  • Post: 216
  • Dance Never Ends!!
    • E-mail
Re: DEFINIZIONE DI DREAM MUSIC
« Risposta #12 il: Maggio 11, 2009, 17:54:10 pm »
La Dream è un particolare filone del genere progressive sviluoppatosi intorno al 1996.
Questo genere è caratterizzato solitamente dall'uso di melodie che fanno uso del pianoforte sintetizzato, ed è questa peculirità che solitamente differenzia la dream dalla progressive (anche se alcuni brani possono identificarsi come dream pur non avendo l loro interno il pianoforte ma sonorità simili).
A mio avviso il nome esatto di questo genere è DREAM-PROGRESSIVE, in quanto la "DREAM" è a tutti gli effetti PROGRESSIVE.
La progressive è un'evoluzione della techno dei primi anni 90 che è andata ad accostarsi a sonorità piu "house" abbassando anche la propria velocità, e quindi rientrando a mio avviso anche nel vasto campo della TRANCE per l'uso di melodie spesso ipnotiche, sognanti, mistiche o rilassanti.
Vi sono poi contaminazioni tra progressive e eurodance appunto a cavallo del 1995 1996 (Oscar - Children Voyage, Playahitty - I Love The Sun) ma a mio avviso poco rilevanti.
Inviterei ANGELOROSSO a riflettere un po di piu prima di annoverare nel suo comunqu esaustivo elenco brani che a mio avviso DREAM-PROGRESSIVE non sono:

DJ PANDA - IT' A DREAM (non è la prima volta che la vedo elencata insieme a brani dream ma dissento inquanto pur essendovi una melodia al pianoforte il pezzo è del 1994-1995 e sia la velocità elevata sia la sonorità molto potente e un po "cruda" non lasciano dubbi, si tratta semmai di  rave-techno)

SUNBEAM - OUTSIDE WORLD stesso discorso di sopra, non si tratta minimante di DREAM sia per l'anno di uscita sia per la sonorità (CASSA DISTORTA E BPM):  qui addirittura oltre che nel genere RAVE sforiamo nello sconfinato mondo dell'HARDCORE-GABBER!!

LEGEND B - LOST IN LOVE grandissimo e indimenticabile capolavoro TRANCE ma haime non si tratta di dream!!! anche qui il disco è molto piu vicino sonorità TECHNO RAVE e la velocità è una conferma!!

ALEX CASTELLI - ENJOY dev'essere entrato chissà per quale motivo nella lista, non servono commenti, non due generi diversi ma DUE GALASSIE AGLI ANTIPODI DELL'UNIVERSO della musica da discoteca..
ENJOY è uno dei piu famosi dischi del 1999 annoverabile nel panorama sia TECHNO COMMERCIALE che in quello HARD-TRANCE che in quell'anno ha conosciuto la sua epoca d'oro.

questi volevano essere  3 esempi di cio che  (secondo me) non è ne DREAM ne PROGRESSIVE, ciao!!
When the music is on top... Dance never stop!!

Offline Joker

  • Newbie
  • *
  • Post: 9
    • E-mail
Re: Definizione Di Dream Music
« Risposta #13 il: Dicembre 10, 2009, 21:19:38 pm »
Senza offesa ma secondo me è davvero approssimativa.....
Non dico che è sbagliata, però fa acqua da tutte le parti....
Probabilmente perchè è troppo ampio come discorso,
infatti, "giudico" ma me ne guardo bene dal provare a farla.... :fischetto:
Comunque, solo per dirne una, quando hai citato i locali "culto" ti sei dimenticato l'IMPERIALE  :| :| :| :| :| :|
E' un po' come descrivere l'Italia e quando si ricordano le città più importanti ci si dimentica di Roma......
Tentativo apprezzato comunque.....

Offline Spider Jerusalem

  • Hero Member
  • *
  • Post: 2459
  • 42
Re: Definizione Di Dream Music
« Risposta #14 il: Settembre 09, 2010, 17:59:52 pm »
Vediamo un po'...se si usano le definizioni di Trance e Progressive nell'accezione internazionale "originale",allora la Dream devira piu' dal primo che dal secondo genere.O almeno,a orecchio quando ascolto un pezzo Dream sento piu' affinita' con un The Age Of Love che con un Passion di Gat Decor.Ma ripeto,e' una mia sensazione soggettiva. :uhm: